Sei in Il vino

Nel bicchiere

Dalla Piana Rotaliana un perfetto prodotto dell'arte distillatoria

di Andrea Grignaffini -

18 marzo 2021, 10:07

Dalla Piana Rotaliana    un perfetto prodotto  dell'arte distillatoria

La Piana Rotaliana è un’area del Trentino ai piedi dell’Arco Alpino nota come “il più bel giardino vitato d’Italia” per l’estensione di perfetti pergolati che arricchiscono la Valle confermando la sua vocazione alla viticoltura più nobile. Completa il quadro lo scorrere delle acque del fiume Adige e del torrente Noce che nei secoli hanno reso questa terra di origine alluvionale ricca di calcare e di porfido, sostanze essenziali per la fertilità del suolo, ai quali si aggiunge un’escursione termica fra notte e giorno ideale per la vigna. Al centro di questa Piana già dai tempi lontani si trovava una Masseria detta “Màseri”. Qui i de Varda famiglia nobiliare dal 1678 producevano vino e grappa e agli albori del 1800 Michele Dolzan inizia a dedicarsi con precisione e studio all’arte distillatoria giunta ora alla quinta generazione con il Cavalier Luigi e i figli Michele e Mauro. A loro si deve il “metodo de Varda” come la scelta della materia prima. Si parte esclusivamente da vinaccia Trentina selezionata derivata da spremitura soffice, ancora grondante di vino, morbida, sana, diraspata, fresca, ossia distillata immediatamente dopo la svenatura. Si passa poi alla distillazione con particolari ed esclusivi alambicchi in rame discontinui, con taglio delle teste e delle code, la distillazione avviene molto lentamente, per consentire ai componenti volatili, responsabili dei profumi, una giusta evaporazione e la conseguente condensazione. Infine il riposo del prodotto appena distillato: la grappa viene fatta maturare per almeno sei mesi in appositi contenitori sterili. Da questo metodo una lunga teoria di grappe dalle più immediate a quelle più raffinate. Optiamo per la Linea Alta Selezione con quella di Pinot Nero Stravecchia. Il colore giallo ambrato è in linea con un bouquet in cui fiori e macedonia di frutta gialla si combinano con le spezie dolci e torrefazioni esotiche. In bocca nessuna asperità ma un velluto che riconduce alle sensazioni olfattive. Un regalo perfetto per la Festa del Papà.

VOTO 91/100

PREZZO IN ENOTECA 70euro

QUALITA'/PREZZO 3/5