Sei in Il vino

IL VINO

Castello di Verduno Barolo Monvigliero '13

Nel bicchiere c'è tutta la tradizione e l'idea di longevità
 

di Andrea Grignaffini -

07 ottobre 2021, 11:52

Castello di Verduno Barolo Monvigliero '13

Il settecentesco Castello di Verduno, sulla sommità del borgo omonimo, dal quale la vista spazia su tutte le Langhe, ospita anche un’incantevole locanda, un ristorante e un agriturismo. L’azienda vitivinicola, condotta con mano sicura da Franco Bianco, Gabriella Burlotto e dalla figlia Marcella, oltre al Barolo e ai Barbaresco coi cru Rabajà e Faset concede largo spazio al Pelaverga, intrigante vitigno locale in questo caso declinato in più versioni. Dopo attento e scrupoloso lavoro in vigna sarà poi il passaggio in cantina a definire il carattere e la personalità del prodotto finale. 


Nella cantina di Barbaresco vengono vinificati Barolo, Barbaresco, Barbera d’Alba, Langhe Nebbiolo Dolcetto e Pelaverga e dove si procede alla fermentazione delle uve a tino aperto per poi proseguire l’iter con un lungo affinamento in botti di rovere. La produzione vinicola rispecchia l’alta qualità enoica del territorio, il forte legame con la tradizione centenaria delle vigne che regalano vini strutturati, eleganti, ricchi di profumi e sapori che richiamano la potenza e le prestigiose caratteristiche ancestrali. 


Vediamo riassunto questo concetto nel Barolo Monvigliero Riserva 2013. Il vigneto Monvigliero situato nel comune di Verduno, è coltivato a Nebbiolo con un suolo da terra bianca di origine calcareo-argilloso che prende il nome di «marne di Sant’Agata» concedendo vini profumati e molto longevi. La vigna posta sulla parte alta della collina ha un’esposizione completamente a Sud. 
Nel bicchiere si presenta di colore rosso rubino con profumi di frutta rossa e cenni speziati, cannella in primis. Impattante, si apprezza già oggi, ma ancora di più in futuro, per la sua freschezza, la presa tannica al palato e una fisionomia morbida nei contorni ma decisa nel cuore. L’eleganza si affaccia iniziando a limare le durezze di una tessitura minerale e leggermente astringente.