Sei in Gweb+

LUTTO

Addio a don Tamani, il sacerdote che donava entusiasmo

07 maggio 2019, 05:02

Addio a don Tamani, il sacerdote che donava entusiasmo

LUCA MOLINARI

E’ morto don Angelo Tamani, indimenticato parroco di Calestano e di tante altre comunità della diocesi.

Aveva 77 anni e da tempo lottava contro un tumore. Ordinato sacerdote il 28 agosto del 1966, i primi tempi era stato nominato cappellano a Medesano e quindi a San Secondo, dove si era occupato dei giovani e degli scout a fianco dell’allora parroco monsignor Walter Dall’Aglio. «Ho un ricordo incancellabile di don Angelo – dichiara monsignor Dall’Aglio – Per me è stato come un fratello, un’ala per volare verso la gioventù. Si è occupato dell’oratorio, delle attività giovanili e degli scout, donando tutto il suo entusiasmo e caparbietà. Era un bravissimo sacerdote, con cui ho condiviso tanti momenti felici».

Successivamente - insieme a don Armando Bizzi e don Armando Moretti – don Tamani ha dato vita alla parrocchia cittadina di San Bernardo degli Uberti che si trova in via Ravenna. I primi tempi, in attesa della costruzione dell’attuale chiesa, le attività della parrocchia si svolgevano tra le mura di un ex negozio di via Milano, dove venivano officiate le celebrazioni, mentre l’ufficio parrocchiale si trovava nel retro bottega. Come assistente scout don Tamani ha inoltre promosso vari campi estivi. Memorabili quelli a Ziano di Fiemme (1972) e Sestola (1973) dove il sacerdote conobbe tantissimi ragazzi e ragazze con cui allacciò rapporti di amicizia rimasti indelebili. Chi l’ha conosciuto può testimoniare la sua forza d’animo e la grande fede che lo ha sorretto anche negli ultimi difficili anni.

Per qualche tempo è stato parroco a Coloreto, poi per dieci anni (fino al 2014) è stato parroco di Calestano e dei paesi limitrofi. «Quella di Calestano è una comunità pacifica e serena – aveva detto don Angelo durante la sua ultima messa – Qui si sta bene, ci sono tante associazioni di volontariato che fanno in modo che ci si dia sempre una mano l’un l’altro. Mi auguro che si continui su questa strada di prospera convivenza. Ringrazio tutti i calestanesi per tutti questi anni vissuti insieme».

Stimato insegnante di religione, aveva svolto il suo ministero anche in Santa Maria della Pace (piazzale Pablo) e Santa Maria del Rosario (via Isola).

Nell’ottobre del 2016, a causa dei problemi di salute, aveva lasciato quest’ultima parrocchia per assumere l’incarico di vicario parrocchiale della Cattedrale. Incarico che ha mantenuto fino allo scorso anno quando è stato nominato amministratore parrocchiale della Nuova Parrocchia dei “Santi Martino e Lucia” (Marano e Malandriano).

Ieri sera è stato recitato il rosario a Marano mentre questa mattina alle 10,30 saranno celebrati i funerali del sacerdote nella chiesa di Malandriano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LUCA MOLINARI E’ morto don Angelo Tamani, indimenticato parroco di Calestano e di tante altre comunità della diocesi. Aveva 77 anni e da tempo lottava contro un tumore. Ordinato sacerdote il 28 agosto del 1966, i primi tempi era stato nominato...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal