Sei in Gweb+

ELEZIONI

Langhirano, cinque domande ai candidati sindaco

16 maggio 2019, 05:03

Langhirano, cinque domande ai candidati sindaco

Le domande ai candidati sindaco di Langhirano

1) Sicurezza stradale e viabilità, come intende affrontare questo tema per migliorare la situazione?

2) Come valorizzare il turismo nel langhiranese dando visibilità a luoghi come il Castello di Torrechiara?

3) Qual è il suo programma per la sicurezza?

4) Iniziative in favore del volontariato per aiutarlo a crescere e a diffondersi tra i cittadini?

5) Il Centro storico e i suoi negozi sono poco frequentati. Come risolvere questo problema?

Giordano Bricoli

1) Completare interventi per la sicurezza dei pedoni con il completamento di marciapiedi, attraversamenti e nuovi punti di illuminazione; implementare la rete delle piste ciclopedonali; implementare la segnaletica e dare attuazione ai progetti già predisposti per la Massese. Promuovere e sostenere iniziative rivolte all'educazione stradale.
2) Promuovere una gestione coordinata dell'apertura al pubblico del Castello di Torrechiara. Svilupppare progetti già attivi come i tour Parmanelcuoredelgusto e strumenti promozionali come i video Langhiranodreaming. Promuovere il binomio Cultura&Turismo. Sviluppare ulteriormente l'azione di internazionalizzazione e marketing del Festival del Prosciutto.
3) Sviluppare la stretta collaborazione con le forze dell'ordine. Dare attuazione al Patto per la sicurezza sottoscritto con la Prefettura. Ampliare la videosorveglianza. Estendere il progetto di controllo di vicinato, completare l'iter per la nuova caserma dei Carabinieri, attivare il già previsto presidio dei Carabinieri forestali, potenziare la polizia locale.
4) Uno dei pilastri del nostro programma è la partecipazione attiva dei cittadini alla vita della comunità che si può già attuare e che si vuole promuovere attraverso progetti come Cittadinanza attiva, la Banca del tempo, lo sviluppo della Consulta dei giovani. Costituire la Consulta delle associazioni per rendere ancora più integrata la rete e incentivare la partecipazione dei cittadini. Sostenere il volontariato sociale.
5) C'è bisogno di una politica nuova a livello nazionale. Dovrà essere promossa un'azione coordinata del piccolo commercio attraverso la costituzione di un Centro commerciale naturale. Rafforzare il ruolo e l'attività della Consulta del commercio. Lavorare in costante relazione con le associazioni di categoria e aumentare le dotazioni infrastrutturali al servizio del centro come i parcheggi.

Paolo Piovani

1) Pensiamo a alternativi a quelli su gomma e ad aumentare dell'attività di pattugliamento della polizia locale e alla realizzazione di deterrenti in punti pericolosi.
2) Promuoviamo il turismo lento delle realtà enogastonomiche, storico architettoniche e naturali attraverso la creazione di una rete virtuosa: accoglienza, realtà produttive e operatori turistici. Per Parma 2020, riapriamo il dialogo con le altre istituzioni: il castello di Torrechiara e le altre valenze del Comune devono avere una posizione centrale visto anche perchè il nostro ricade nella riserva Mab Unesco «Appennino Tosco- Emiliano».
3) Un rafforzamento delle forze dell'ordine sia locali sia statali rappresenta un forte deterrente alla criminalità. Riprendere il progetto della costruzione di una nuova Caserma dei Carabinieri è un progetto da prendere in considerazione. Proponiamo anche la creazione di un fondo a sostegno all'installazione di sistemi di allarme per le famiglie e la videosorveglianza delle aree pubbliche.
4) Promuoveremo politiche di sostegno al volontariato con un'area attrezzata per l'organizzazione delle attività. Proponiamo l'istituzione e promozione della figura del tutor di supporto nelle frazioni, implementando applicazioni informatiche per il monitoraggio delle situazioni critiche, in collegamento i servizi sociali.
5) Attiveremo un gruppo di lavoro con i commercianti per politiche di incentivo al commercio, ripensando la gestione della piazza e recuperando aree industriali da cui ricavare spazi di fruizione pubblica e parcheggi: un progetto di recupero del patrimonio edilizio esistente per salvaguardare il territorio e rilanciare il centro.

Enrico Sicuri

1) A nostro parere esistono 2 livelli di approccio al problema sicurezza stradale. Quello immediato: incremento dei controlli da parte delle forze dell'ordine e applicazione con maggiore fermezza del codice della strada. Quello a medio-lungo termine: come Lega, crediamo nell'educazione civica e troviamo riscontro anche sulla più recente azione di Governo che la reintroduce a livello scolastico. Oltre a questo dovrà essere studiato un nuovo assetto urbanistico che migliori la viabilità e la renda meno pericolosa. Cercheremo fondi per realizzare marciapiedi e barriere a protezione dei pedoni nei punti critici.
2) Per il turismo serve che il Comune ricopra un ruolo attivo e non solo di attesa nella ricerca di nuovi frequentatori. Servono parcheggi che aiutino il centro storico di Langhirano di attrarre residenti e turisti e portarli a fare acquisti nelle varie attività locali. Servirà anche l'impegno degli stessi commercianti, i quali dovranno rinnovare la loro offerta. (soprattutto quella eno-gastronomica). Ad esempio mantenere rinnovate le vetrine, realizzare punti di degustazione dei prodotti locali, e molto altro.
3) Servono inoltre collegamenti bus navetta da e verso Langhirano, le frazioni e le Belle Arti.
4) Sulla sicurezza è tolleranza zero. Saremo intransigenti e proattivi verso qualsiasi forma di crimine. Aumenteranno i controlli e verranno allontanate le persone irregolari, inoltre saranno incrementate le telecamere fino alla totale copertura del territorio.
5) In merito al volontariato, le associazioni dedite avranno il pieno appoggio del Comune, con aiuti sia a livello logistico che economico. I volontari sono il miglior investimento per il Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le domande ai candidati sindaco di Langhirano 1) Sicurezza stradale e viabilità, come intende affrontare questo tema per migliorare la situazione? 2) Come valorizzare il turismo nel langhiranese dando visibilità a luoghi come il Castello di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal