Sei in Gweb+

Fidenza

Emanuel ucciso a 31 anni dalla fibrosi cistica

24 maggio 2019, 05:04

Emanuel ucciso a 31 anni dalla fibrosi cistica

Aveva solo 31 anni, Emanuel Carraglia, e da sempre lottava contro quella temibile malattia genetica, che si chiama fibrosi cistica. Ma quel bel ragazzo, dal viso dolce, era riuscito a condurre una vita normale, frequentando gli amici, praticando sport, come facevano tutti i ragazzi della sua età. Era riuscito anche a lavorare una decina di anni al supermercato Conad di Coduro, dove svolgeva la mansione di magazziniere, facendosi stimare per le sue doti umane e professionali. Perché Emanuel, quel lavoro lo svolgeva con tanta passione, attorniato anche dall’affetto dei suoi datori di lavoro e dei colleghi, che gli volevano bene: «Era un ragazzo splendido e nonostante la malattia, lui era sempre disponibile». Emanuel amava molto la musica e tifava per la sua squadra del cuore, la Juventus, che seguiva con passione e di cui conosceva tutto.

Era riuscito a stare bene sino a due anni fa, quando la malattia, costantemente monitorata, gli aveva permesso di vivere normalmente. Poi nel 2017, era stato sottoposto a trapianto di polmone e, come ha spiegato la sua mamma, il suo Emanuel era riuscito a riprendere la sua vita. Ma poi era sopraggiunta un’altra grave patologia, che non gli ha lasciato scampo.

E a trentun anni, quando la vita nella sua pienezza dovrebbe sorridere a tutti, se n’è andato, lasciando nel più profondo dolore la sua mamma, Donatella, che solo cinque anni fa, aveva perso, a causa di un male che non perdona, il marito. Una donna messa duramente alla prova, che adesso ha perso un altro grande amore della sua vita, l’unico che gli era rimasto. Con la voce rotta dal pianto ha ricordato il suo Emanuel, con quel viso d’angelo, che la confortava dopo la perdita del marito. Tanti gli amici che oggi lo piangono, «perché – ha ricordato uno di loro, in lacrime – non si può andare via a trent’anni». Il parroco di San Michele, don Marek, ieri, ha invitato la comunità a pregare per Emanuel. Oltre alla mamma Donatella, ha lasciato lo zio Stefano, i nonni Laura e Carlo, i parenti. Il rosario verrà recitato questa sera alle 21, nella chiesa parrocchiale di San Michele, dove domani pomeriggio, alle 14.30, sarà celebrato il funerale.

s.l.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aveva solo 31 anni, Emanuel Carraglia, e da sempre lottava contro quella temibile malattia genetica, che si chiama fibrosi cistica. Ma quel bel ragazzo, dal viso dolce, era riuscito a condurre una vita normale, frequentando gli amici, praticando...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal