Sei in Gweb+

Scritte pro-droga in Galleria Polidoro. La rabbia dei residenti

12 giugno 2019, 05:06

Scritte pro-droga in Galleria Polidoro. La rabbia dei residenti

Quell'ultimo tratto incollato a via Mazzini è destinato a non avere pace. Borgo Piccinini, galleria Bassa dei Magnani e galleria Polidoro sono a più riprese scelte come «punto di aggregazione» di compagnie di giovanissimi che bivaccano sulle scale, urlano e sporcano. Oltre a lasciare la loro firma sui muri.

L'ultima volta è accaduto nella notte tra sabato e domenica. Sui muri di borgo Piccinini sono infatti apparse scritte inneggianti - così sembrerebbe, ma il parere di uno psichiatra potrebbe essere molto utile - alla droga. Insomma, commercianti e residenti ne hanno piene le tasche.

«Anche lunedì intorno alle 20 - spiega un residente - c'era un gruppetto di una quindicina di ragazzi che mangiavano pizza seduti sulle scale che da borgo Piccinini portano a via Mazzini. Pensate che al termine abbiano gettato in un bidone i loro avanzi? Ma nemmeno per sogno. Qui, comunque, dal tardo pomeriggio in avanti è sempre la stessa musica». Un'altra volta, racconta un altro residente, «ho trovato uno di questi giovani, un italiano, che faceva i suoi bisogni contro un muro. Queste strade sono diventate una latrina a cielo aperto».

M.Cep.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Quell'ultimo tratto incollato a via Mazzini è destinato a non avere pace. Borgo Piccinini, galleria Bassa dei Magnani e galleria Polidoro sono a più riprese scelte come «punto di aggregazione» di compagnie di giovanissimi che bivaccano sulle...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal