Sei in Gweb+

Ospedale

Susanna Esposito dirigerà la Clinica pediatrica

11 giugno 2019, 05:00

Susanna Esposito dirigerà la Clinica pediatrica

MONICA TIEZZI

Sarà all'ospedale Maggiore il primo luglio, per dirigere la Clinica pediatrica e insegnare pediatria all’Università di Parma, Susanna Esposito, 48 anni, in arrivo da Perugia dove per due anni e mezzo ha diretto la scuola di specialità di pediatria e la clinica pediatrica dell'ospedale cittadino.

Di famiglia milanese - figlia di un infettivologo, Roberto Esposito, che ha insegnato per alcuni anni come professore ordinario di malattie infettive anche all'università di Parma, e di una pediatra - il nuovo primario l'ha spuntata su altri sei candidati che avevano partecipato al concorso indetto dall'Azienda ospedaliero-universitaria di Parma nel settembre scorso.

«Sono molto contenta di venire a lavorare a Parma, non solo perché mi avvicino a mio marito e mio figlio, che vivono a Milano, ma soprattutto perché l'Ospedale dei bambini Pietro Barilla è una splendida realtà. Mi interessa lavorare in una bella squadra, sviluppare una grande scuola di pediatria: la struttura è ottimale e so che ci sono elevate competenze con cui potremo trovare sinergie», dice la pediatra. Che spiega di conoscere già alcuni medici della clinica pediatrica, suoi ex studenti; alcune compagne di studi ora in forze nella chirurgia pediatrica del Maggiore; Icilio Dodi, direttore della pediatria generale e d'urgenza; e naturalmente Gian Luigi De' Angelis, direttore del Dipartimento materno-infantile del Maggiore, «un riferimento a livello nazionale come professore ordinario», dice la Esposito.

Già direttrice, dal 2010 al 2016, dell'unità di pediatria ad alta intensità di cura della clinica pediatrica De Marchi, a Milano (25 posti letto e 10 ambulatori), Susanna Esposito porterà a Parma alcune ricerche cliniche avviate a Perugia e due collaboratori, con contratti finanziati da suoi fondi universitari, che potranno dare un supporto per gli studi clinici del reparto. «Ho già attive sei sperimentazioni, e una settima in partenza che sarò felice di portare a Parma dopo l'approvazione del Comitato etico», spiega.

A Parma, assieme alla nuova pediatra, arriveranno anche dei «bambini elettronici», ossia manichini interattivi all'avanguardia per l'insegnamento dell'emergenza pediatrica a specialisti, educatori, insegnanti e personale di Pubblica o Croce Rossa, più un erogatore di ossigeno ad alti flussi per il reparto. Tutto materiale acquistato con le donazioni ricevute dalla onlus «Amici del bambino malato», di cui Susanna Esposito è presidente.

Poche parole, ma una buona dose di amarezza, la nuova primaria le riserva al suo travagliato addio dall'ospedale perugino, colpito da una «concorsopoli» che ha visto finire ai domiciliari, o indagati, i vertici del Santa Maria della Misericordia di Perugia.

All'ospedale perugino la pediatra ha chiesto un cospicuo risarcimento per la sospensione dal servizio, dal 31 dicembre scorso al primo maggio di quest'anno. «Una ritorsione perché mi sono rifiutata di firmare atti illeciti, cioè di certificare il lavoro inesistente di un neurologo esperto di anziani nella pediatria. Una sospensione della quale ho chiesto l'annullamento - spiega - Quanto mi sarà risarcito, somma piccola o grande, andrà interamente per un progetto pediatrico».

Mentre cerca casa a Parma e prepara il trasloco, la pediatra ribadisce entusiasmo per il nuovo incarico. «L'ospedale di Perugia in questo momento è in una situazione di oggettiva immobilità. A Parma sono certa di trovare un ambiente stimolante e tante eccellenze in ambito medico. Sono davvero felice».

 

 

 

IL CURRICULUM

Susanna Esposito è stata nel 2016, quando a 45 anni ha vinto il concorso all'ospedale di Perugia, il più giovane professore ordinario in Italia. Laureatasi e poi specializzatasi all'università di Milano, la pediatra è stata direttrice del Centro di riferimento regionale dell’Umbria per il diabete in età pediatrica, direttrice del Laboratorio di genetica molecolare (riferimento regionale per la diagnosi di fibrosi cistica) e del Laboratorio di citogenetica post-natale, entrambi all'ospedale di Perugia. La sua ricerca si è concentrata sulle malattie infettive e sul sistema immunitario, in particolare sulla risposta, sicurezza ed efficacia dei vaccini. Si è anche occupata, e continua ad occuparsi, delle terapie antinfettive: virus, batteri, antibiotici e antivirali. Ha anche scoperto, nel 2017, due nuovi virus: il C117 e C118. Presiede l’Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici (WAidid).

m.t.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MONICA TIEZZI Sarà all'ospedale Maggiore il primo luglio, per dirigere la Clinica pediatrica e insegnare pediatria all’Università di Parma, Susanna Esposito, 48 anni, in arrivo da Perugia dove per due anni e mezzo ha diretto la scuola di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal