Sei in Gweb+

MONTANARA

Addio a Natalia, uccisa da una malattia a 41 anni

18 giugno 2019, 05:09

Addio a Natalia, uccisa da una malattia a 41 anni

Una donna attiva, amante dello sport e della natura. «Un carattere vulcanico», così la definiscono gli amici e chi le ha voluto bene. Natalia Boni è scomparsa all’età di 41 anni, dopo un calvario che da 5 anni l’aveva costretta a sottoporsi a terapie in numerosi ospedali.

Parmigiana del quartiere Montanara, dove ha vissuto gli anni dell'adolescenza e della giovinezza, figlia di Claudio, vigile urbano, e di Mara, collaboratrice scolastica, Natalia Boni, conseguito il diploma magistrale, subito trovò lavoro come impiegata in alcune aziende cittadine, facendosi benvolere per il carattere generoso, aperto, solare e per quella lealtà che mostrò sempre nei confronti di tutti.

Una decina di anni fa la decisione di trasferirsi a Luzzara e di aprire a Pegognaga un negozio per animali. Una scelta suggerita dalla sua grande passione per gli amici a quattro zampe. Infatti, oltre essere un’appassionata di cavalli, gestiva un allevamento di bulldog. Un destino crudele, però, non le ha permesso di godersi quella vita che amava tanto: i viaggi sulla sua Ducati 1000, in sella alla quale sfrecciava sulle strade del mare e della montagna e a bordo del quad. Natalia amava la vita all’aria aperta, la natura e lo sport avendo praticato, da ragazza, il volley. Fino in fondo è stata circondata dall’amore della propria famiglia, che adorava: il papà Claudio, la mamma Mara e la sorella minore Benedetta. Ma anche tanti amici e parenti non le hanno fatto mancare la loro vicinanza ed il loro affetto.

I funerali si svolgeranno domani alle 10 nella chiesa delle Sacre Stimmate in via Sbravati, indi per il Tempio di Valera.

Lo.Sar.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA