Sei in Gweb+

Traversetolo

Una gara folle, la causa dell'incidente dell'altra notte

20 giugno 2019, 05:09

Una gara folle, la causa dell'incidente dell'altra notte

BIANCA MARIA SARTI

 

TRAVERSETOLO «Le due auto sfrecciavano una appiccicata all’altra a una velocità inaudita, davvero folle».

Ci sono due tipi di testimonianze riguardo l’incidente che si è verificato martedì sera verso mezzanotte a Traversetolo. C’è chi, seduto davanti al bar Sette Capricci, ha visto due auto correre all’impazzata verso Castione e chi, poco dopo, ha assistito allo schianto violento tra le due, temendo persino di finire travolto. In questo secondo gruppo c’è anche il vicesindaco Luca Fornari, che a quell’ora stava rincasando a piedi con la famiglia.

«Eravamo sul marciapiede con il passeggino, stavamo camminando quando improvvisamente abbiamo sentito un boato – racconta Fornari – mi sono girato e ho visto un’auto volare nel campo, fortunatamente a sinistra e non verso di noi che eravamo a destra; l’altra si è girata su se stessa due volte ed è finita contro un palo della luce, ora completamente divelto».

C’è chi ha pensato che le due auto avessero ingaggiato una sorta di gara: la velocità era certamente elevata, ma la dinamica dell’incidente è ancora al vaglio dei Carabinieri di Palanzano che sono intervenuti sul posto e che sono ancora a lavoro per approfondire tutti gli aspetti della vicenda, nel massimo riserbo. Alcuni fatti, tuttavia, sono già stati confermati da diversi testimoni. Si tratterebbe di ragazzi ventenni, residenti a Traversetolo. Davanti viaggiava una Punto bianca guidata da una ragazza italiana, dietro la seguiva una Peugeot guidata da un traversetolese di origini extracomunitarie, entrambi molto giovani. Secondo indiscrezioni dei presenti, sembra che non viaggiassero soli e che ci fossero altre due ragazze a bordo della Punto e altri due ragazzi a bordo della Peugeot.

Le auto viaggiavano lungo strada provinciale per Neviano, in direzione di Castione. Arrivati all’imbocco del quartiere residenziale Le Piane, sono state viste da alcuni clienti del bar Sette Capricci, rimasti colpiti dalla forte velocità e dalla distanza davvero molto ravvicinata tra le auto. All’uscita dal quartiere Le Piane, c’è una curva: qui sembra che la Punto si sia trovata davanti un ostacolo improvviso, probabilmente un’auto che stava svoltando in un viale privato. La ragazza alla guida deve aver rallentato e sterzato a sinistra, a quel punto sarebbe stata tamponata violentemente dalla Peugeot. «Forse l’auto dietro era già in sorpasso, non è chiaro – continua Fornari – ad ogni modo abbiamo visto la Punto perdere il controllo e uscire di strada a sinistra proseguendo la corsa in un campo. È stato un miracolo che non ci fossero auto in direzione opposta, o pedoni sull’altro marciapiede o abitazioni lungo il percorso. L’altra auto era distrutta. Mi sembra incredibile che tutti ne siano usciti praticamente illesi». Oltre ai Vigili del fuoco, sono intervenuti anche i militi della Croce Azzurra, ma i giovani avrebbero rifiutato il ricovero. Inoltre, il vicesindaco ha riportato che i ragazzi scesi dalle auto incidentate cercavano di convincere i presenti a non allertare il 112: fortunatamente non è stato così e ora i Carabinieri potranno far luce sull’accaduto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

BIANCA MARIA SARTI TRAVERSETOLO «Le due auto sfrecciavano una appiccicata all’altra a una velocità inaudita, davvero folle». Ci sono due tipi di testimonianze riguardo l’incidente che si è verificato martedì sera verso mezzanotte a Traversetolo....

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal