Sei in Gweb+

GIALLO

Lesignano, nella notte cercano di dar fuoco al centro cinofilo

11 luglio 2019, 05:04

Lesignano, nella notte cercano di dar fuoco al centro cinofilo

MARIA CHIARA PEZZANI

LESIGNANO Raid vandalico all'Olimpic dog village di Lesignano de' Bagni. Qualche notte fa qualcuno si è introdotto nella struttura cinofila, scavalcando la recinzione.

Una volta all'interno ha cercato di dare fuoco, in diversi punti, alla rete ombreggiante che delimita i vari recinti dei cani.

Lunedì mattina l'amara scoperta di Andrea Parsini, presidentessa dell'associazione «SporTiAmo insieme», che insieme al marito Cesare Pini, ha costruito il centro cinofilo, con il sogno che possa diventare uno spazio accessibile anche alle persone disabili, grazie al progetto «4 zampe per 4 rotelle».

I danni sono evidenti: qualcuno ha cercato, in almeno dieci punti, di bruciare la rete, probabilmente con un accendino, o di strapparla. «E' già il terzo danneggiamento che subisco – lamenta Parsini -: la prima volta qualcuno ha buttato del filo spinato dove i cani vanno ad abbeverarsi, la seconda hanno tagliato una rete di recinzione, ora sono riusciti ad entrare scavalcando la recinzione e ad agire dall'interno».

Parsini ieri mattina ha sporto formale denuncia ai carabinieri contro ignoti. La seconda in poco tempo. E questa volta poteva davvero andare peggio. La copertura è stata danneggiata in diversi punti, con evidenti danni economici, ma c'è la consapevolezza che se il materiale avesse preso fuoco, la situazione sarebbe potuta diventare critica. L'area infatti è circondata da campi. Un'eventuale incendio in breve si sarebbe propagato rappresentando un rischio anche per le case vicine.

I carabinieri visioneranno le immagini delle telecamere della zona per vedere se è possibile risalire ai responsabili. Il centro cinofilo per ora ne è sprovvisto, ma dopo questo ennesimo episodio Parsini spiega che verranno presto installate. Di certo c'è il rammarico e la rabbia di una persona che in questo progetto sta investendo impegno e sacrifici, soprattutto economici, che crede nella comunità in cui vive e vuole mettersi a disposizione degli altri, tanto da decidere, nel periodo estivo, di tenere aperta a tutti i cani della zona una parte dell'area, perché possano correre in un campo e smaltire la calura estiva, piuttosto che camminare sull'asfalto rovente. Impegno che viene minato da azioni senza senso, si pensa frutto di un gruppo di giovani della zona, conosciuti già in passato per altri atti vandalici.

«Spero che le Istituzioni facciano qualcosa, perché di notte siamo in balìa di questi ragazzi – spiega Parsini -. Le persone e i loro beni vanno tutelate e non è giusto che queste azioni vengano etichettate semplicemente come delle ''bravate''».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MARIA CHIARA PEZZANI LESIGNANO Raid vandalico all'Olimpic dog village di Lesignano de' Bagni. Qualche notte fa qualcuno si è introdotto nella struttura cinofila, scavalcando la recinzione. Una volta all'interno ha cercato di dare fuoco, in...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal