Sei in Gweb+

TRAFFICO

Via Europa, tutti in coda per il cantiere

17 luglio 2019, 05:08

Via Europa, tutti in coda per il cantiere

PIERLUIGI DALLAPINA

Nelle ore di punta è un dramma. Per l'effetto combinato del cantiere lungo via Europa (con le due corsie dirette verso la città chiuse al traffico) e delle modifiche alla viabilità, raggiungere l'autostrada è un'impresa che mette a dura prova la pazienza di chi è al volante, a causa della fila interminabile di auto, e soprattutto di camion, che lentamente tentano di avvicinarsi al casello.

Per chi proviene dalla città, nelle ultime mattine l'incolonnamento per andare in A1 parte dai campi sportivi di Moletolo, prosegue fin dopo il cavalcavia sull'Autosole, si aggroviglia attorno alla rotatoria fra l'Asolana e via Versailles, per poi ripiegare verso Sud alla volta del casello, perché è questo il nuovo (e tortuoso) percorso che devono seguire quelli che percorrono via Europa diretti verso Nord, a causa della chiusura dell'uscita sulla rotatoria che porta in autostrada.

Molto probabilmente questo svincolo di via Europa è stato chiuso per non intasare la rotatoria con il traffico in uscita da Parma, dato che nei giorni scorsi il caos di auto e mezzi pesanti provocava incolonnamenti che arrivavano a rallentare addirittura la circolazione autostradale diretta verso l'uscita del casello.

Con la modifica alla viabilità il problema però non è stato risolto, ma solo spostato dall'A1 all'Asolana, perché ora il serpentone di camion - tanti, tantissimi - è costretto a superare il cavalcavia, girare attorno alla piccola rotatoria di fronte alla Cft e poi tornare indietro alla volta del casello.

Ma questo allungamento del percorso per chi esce dalla città ed è diretto in autostrada è niente se paragonato al «giro dell'oca» che si devono sorbire tutti quelli che da Nord (ad esempio da Colorno o da San Polo) vogliono andare in A1. Per loro, e anche in questo caso i camion sono tantissimi, la nuova viabilità impone di arrivare all'altezza della rotatoria fra l'Asolana e via Forlanini e di girare a sinistra, verso lo Spip. Non esistono alternative, in quanto la prima uscita della rotatoria (quella che permetterebbe di raggiungere l'autostrada dopo poche centinaia di metri) è stata chiusa al traffico.

Le conseguenze sono drammatiche, soprattutto al mattino: auto e camion provenienti da Nord incolonnati lungo l'Asolana e poi in via Forlanini (dove in molti punti l'asfalto è ceduto o crepato), prima di sbucare in via Burla e da lì ripiegare verso la tangenziale Nord, prima di uscire su via Europa ed essere costretti a seguire la trafila che li farà girare attorno alla rotatoria fra l'Asolana e via Versailles. Difficile riuscire a pensare un percorso più complicato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIERLUIGI DALLAPINA Nelle ore di punta è un dramma. Per l'effetto combinato del cantiere lungo via Europa (con le due corsie dirette verso la città chiuse al traffico) e delle modifiche alla viabilità, raggiungere l'autostrada è un'impresa che...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal