Sei in Gweb+

IL CASO

Berceto, il sindaco convoca i ragazzini «vandali»

22 luglio 2019, 05:05

Berceto, il sindaco convoca i ragazzini «vandali»

Mattia Monacchia

BERCETO Dopo diverse settimane di polemiche sui ripetuti atti di vandalismo ai giochi dei bambini nel parco «Tatanka Yiotaka», sembrano essere stati scoperti i responsabili di questi continuativi atti di vandalismi. A dirlo è il sindaco Luigi Lucchi: «Si tratta di un gruppo di ragazzini bercetesi insieme ad alcuni coetanei villeggianti, scoperti grazie a un’approfondita indagine fatta nel loro ambiente».

I danni provocati fino ad ora con la rottura di altalene, scivoli, giostre e animaletti a dondolo sono quantificabili in 20.000 euro. Inizialmente si parlava di rivolgersi ai genitori di questo gruppetto di ragazzini per il risarcimento dei danni ma il sindaco Lucchi ha proposto una soluzione alternativa. Affermando di conoscere tutti i responsabili, li ha invitati in Comune oggi alle 16 : «Voglio parlare a tutti i ragazzini e affidar loro lavori utili da fare per la comunità. Si può sbagliare ma l’importante è chiedere scusa, capire di aver sbagliato e non farlo mai più». Alcuni genitori hanno fatto osservare che in alcuni casi i danneggiamenti ai giochi sono stati provocati non da deliberati atti di vandalismo di adolescenti e preadolescenti ma da un uso scorretto, probabilmente inconsapevole, dei giochi: per esempio una mamma ha fatto notare la salita su una giostra di un numero di bambini superiore alla portata della giostra che non ha retto l’eccessivo peso. Se dunque è necessario educare al rispetto dei beni pubblici, è altrettanto necessario far capire ai più piccoli quali sono i limiti da non oltrepassare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA