Sei in Gweb+

Incidente

Fidenza, camion incastrato nel sottopasso: il secondo in 3 giorni

30 luglio 2019, 05:04

Fidenza, camion incastrato nel sottopasso: il secondo in 3 giorni

Due camion rimasti incastrati nel tunnel che da via Mazzini porta in via Marconi, a distanza di tre giorni. Ieri mattina infatti, un altro mezzo pesante è rimasto incastrato nel tunnel, in quanto troppo alto. Solo sabato scorso un altro camion era rimasto bloccato per lo stesso motivo.

Ieri mattina, nell’impatto, avvenuto alle 9.45, è rimasto ferito il conducente, M.C. 41 anni, trasferito in ambulanza all’ospedale Maggiore di Parma, con traumi di media gravità. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale, i vigili del fuoco e i sanitari del 118. L’autocarro Iveco, condotto dal quarantunenne, proveniva da via Mazzini e viaggiava in direzione di via Marconi, quando dopo avere transitato per pochi metri, è rimasto incastrato, bloccando completamente il tunnel. Il conducente è stato immediatamente soccorso e dopo essere stato stabilizzato, è stato trasferito al Maggiore di Parma: non è in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Fidenza, che hanno dovuto lavorare non poco, per riuscire a sbloccare il camion incastrato. La circolazione veicolare, in entrambe le direzioni, è rimasta bloccata. Gli agenti della Polizia municipale, oltre ad effettuare i rilievi dell’incidente, hanno provveduto a disciplinare il traffico, sia all’entrata di via Mazzini che in quella di via Marconi.

Stessi disagi anche nel tardo pomeriggio di sabato, quando un altro mezzo pesante, ha bloccato completamente il traffico. Il conducente del camion era rimasto illeso. Ormai non si contano più i mezzi pesanti che rimangono incastrati sotto al tunnel, sopra al quale passa la tratta ferrovia. Ma vistosi cartelli stradali, apposti in entrambe le direzioni, segnalano l’altezza massima per poter transitare sotto al tunnel. A questo punto o i conducenti dei mezzi pesanti sono sbadati o forse pensano di riuscire a passare, non conoscendo esattamente l’altezza del camion su cui viaggiano. Sta di fatto che ogni volta creano non pochi disagi con operazioni lunghe e complesse per riuscire a rimuovere i mezzi incastrati e con circolazione bloccata. E ieri inoltre è rimasto ferito anche il camionista. r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA