Sei in Gweb+

SERIE A

Al Parma mancano tre tasselli

08 agosto 2019, 05:04

Al Parma mancano tre tasselli

PAOLO GROSSI

 

E' certamente a buon punto la costruzione della rosa del nuovo Parma. La società ha fatto investimenti cospicui per diventare anche proprietaria di alcuni cartellini importanti. Il tecnico a sua volta sta cercando di dare un'impronta più propositiva a una squadra che lo scorso anno era stata miracolosa nel fare di necessità virtù ma che nel finale di stagione aveva un po' mostrato la corda.

Il diesse Faggiano s'è superato per riuscire a mettere a disposizione di D'Aversa un gruppo già ben definito. Gli allenamenti e le amichevoli estive servono poi per capire se la strada intrapresa può portare alla meta programmata o se vi siano da apportare dei correttivi.

Già sapendo che in questo momento qualcosa manca ancora. Balza agli occhi un vuoto nella casella del terzino sinistro, dove Gagliolo ha certamente dimostrato di valere la categoria ma difetta di qualità offensive nella costruzione del gioco e nell'avanzare lungo la fascia. Quest'anno pare che il tecnico voglia coinvolgere di più i terzini in questo senso e anche così si spiega il forte interessamento per Pezzella dell'Udinese . L'affare però negli ultimi giorni ha preso una bella raffreddata, ma che sia lui o un altro prospetto, in quella posizione ci sarà un arrivo.

Anche al centro della difesa è previsto un innesto: Dermaku ce la sta mettendo tutta e per ora è stato all'altezza: ha richieste in B ma potrebbe anche finire per restare. Solo che a fianco di Bruno Alves che non è più un ragazzino potrebbe servire un difensore «alla Cannavaro», reattivo nello stretto e magari che non si faccia venire troppe vertigini in campo aperto o negli uno contro uno. Resta aperta la possibilità che arrivi un altro attaccante esterno (s'era fatto il nome di Chouiar del Lens, ma pare costi già 8 milioni). Prima però ci sarà da piazzare Ceravolo, mentre Siligardi potrebbe restare come settimo attaccante-jolly.

Non è poi detto che da qui al 2 settembre qualcun altro non possa partire. A Bologna insistono per Kucka, Gervinho è sempre sui taccuini di diversi club, e così via. Insomma, le porte girevoli a Collecchio sono sempre in movimento e il Parma di oggi potrebbe essere diverso da quello che vedremo dalla terza giornata in poi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA