Sei in Gweb+

LUTTO

Lagrimone, addio a Maria Moretti

12 agosto 2019, 05:05

Lagrimone, addio a Maria Moretti

BEATRICE MINOZZI

 

TIZZANO Era il punto di equilibrio, il pilastro portante del prosciuttificio Gallina Mario di Lagrimone e della famiglia Gallina più in generale, ed ora che se ne è andata non sarà certo facile abituarsi alla sua assenza. E’ scomparsa nei giorni scorsi ad 85 anni Maria Moretti, che insieme al marito Mario Gallina ha fondato agli inizi degli anni ‘60 il prosciuttificio che oggi è guidato dal figlio Alcide e che produce un dolce e profumato Prosciutto di Parma. Nata a Lagrimone nel 1934, è qui che Maria ha sempre vissuto, fra le sue montagne, tra la sua gente, nei suoi luoghi del cuore. Ed è sempre qui, nel cuore del polo produttivo tizzanese, che ha conosciuto Mario Gallina, che presto sarebbe diventato suo marito e con il quale pochi anni dopo avrebbe posato la prima pietra di una fiorente attività di famiglia. E Maria è stata una delle protagoniste del successo dell’azienda, che negli anni è costantemente cresciuta grazie allo spirito imprenditoriale di Mario ma anche grazie alla saggezza e alla capacità di trovare la soluzione giusta per qualsiasi tipo di problema. Forte ed equilibrata, Maria – che in azienda si occupava della parte amministrativa e burocratica - sapeva trovare punti di incontro ed allentare le tensioni, in azienda e in famiglia. E proprio il lavoro e la famiglia erano la sua vita, a loro si dedicava completamente da mattino a sera senza. Maria era sempre presente, ma mai invadente, riservata e rispettosa, aveva grande stima dei suoi collaboratori e dei dipendenti del prosciuttificio, nel quale ha continuato a lavorare fino all’ultimo, fino a che le sue condizioni di salute glielo hanno permesso. Neppure la morte del suo Mario, avvenuta 16 anni fa, è riuscita a tenerla lontana dall’azienda, che ha continuato a seguire al fianco del figlio Alcide forse proprio per continuare a coltivare e a far crescere quanto di buono avevano fatto nella loro felice vita insieme.

Solo da un paio di anni a questa parte aveva trovato una sua degna sostituta, la nipote Laura, alla quale stava insegnando i segreti del mestiere e alla quale era felice di passare il timone. Era felice che a prendere il suo posto fosse proprio lei, si sentiva orgogliosa che la nipote volesse seguire le sue orme. Aveva seminato bene, Maria, ed in molti nei giorni scorsi si sono stretti attorno alla famiglia Gallina – Alcide e la moglie Lorenza, e i nipoti Laura, Andrea e Simona – in occasione dei funerali, che si sono svolti nella chiesa di Lagrimone.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA