Sei in Gweb+

Cantieri

Da via Mazzini a Pontetaro, tutte le ruspe in azione

13 agosto 2019, 05:05

Da via Mazzini a Pontetaro, tutte le ruspe in azione

Luca Molinari

Agosto, tempo di ferie e cantieri. Mentre la città si svuota, proseguono senza sosta i lavori in centro storico e in altre zone di Parma per migliorare la viabilità, rifare asfalti e marciapiedi. Uno dei cantieri più lunghi e d’impatto sulla viabilità del centro è quello per impermeabilizzare il lato nord del sottopasso del ponte Romano (quello verso viale Mariotti) e cambiare il volto di via Mazzini.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è di concludere i lavori – partiti nella seconda metà di giugno – in tempo per la riapertura delle scuole. L’intervento per l’impermeabilizzazione del sottopasso dovrebbe concludersi a giorni: ha un costo di trecentomila euro e viene realizzato da Parma Infrastrutture per risolvere il problema delle infiltrazioni.

La scorsa estate il cantiere aveva riguardato la parte sud dell’incrocio, quest’anno invece è interessata l’area compresa tra via Mazzini, ponte di Mezzo e viale Mariotti. Significative le ripercussioni sul traffico, legate soprattutto alla temporanea chiusura di viale Mariotti e ai restringimenti della carreggiata lungo via Mazzini, legati all’allargamento del marciapiedi sul lato nord.

I lavori, che ammontano a 700mila euro, hanno previsto la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione e – successivamente - l’installazione di nuove infografiche (striscioni pubblicitari per eventi istituzionali, simili a quelli attualmente installati sotto i portici del grano) nel porticato di via Mazzini, nel tratto tra via Carducci e il ponte di Mezzo. Al momento è in corso la fase del cantiere in cui è previsto l’allargamento del marciapiedi tra via Garibaldi e via Carducci. L’area di carico e scarico è stata temporaneamente ospitata negli spazi destinati ai taxi, provvisoriamente spostati in via Garibaldi, davanti al Regio.

Le prossime settimane – una volta riaperto l’incrocio del ponte di Mezzo – verrà rifatto il fondo stradale di via Mazzini nel tratto tra via Garibaldi e via Carducci. A inizio settembre verrà riasfaltato il tratto tra via Cavestro e piazza Garibaldi, ma via Mazzini rimarrà transitabile.

Sempre in centro storico sono in corso i lavori per rifare parte della pavimentazione di via XXII Luglio e alcuni tratti di via D’Azeglio. In corso anche gli interventi sulle laterali di via Verdi assieme ad altri piccoli lavori sparsi in altre zone cittadine. «Abbiamo concentrato i lavori di maggiore impatto sulla viabilità cittadina nel cuore dei mesi estivi, per ridurre al minimo i disagi – spiega Michele Alinovi, assessore ai Lavori Pubblici –. In autunno invece inizieremo gli interventi legati a marciapiedi e piste ciclabili, effettuabili anche con temperature più basse».

BOTTEGHINO

La viabilità è tornata a doppio senso al Botteghino. Si sono conclusi nei giorni scorsi i lavori che hanno coinvolto la strada, per realizzare il nuovo marciapiedi sul lato nord di via Traversetolo, nel tratto compreso tra strada Antina e via Bodrio. Il Comune ha stanziato 450 mila euro per l’intervento, realizzato in due stralci. Il primo (ormai concluso), in via Bodrio, ha previsto l’allargamento della strada e la realizzazione di un tratto di marciapiedi nel tratto compreso tra l’incrocio con via Traversetolo e l’ingresso della casa di riposo Villa San Bernardo. Il nuovo marciapiedi su via Traversetolo – lungo circa 400 metri – consentirà ai pedoni di raggiungere in sicurezza le due fermate dell’autobus presenti lungo la strada. Inoltre saranno realizzati nuovi attraversamenti pedonali.

«Abbiamo terminato i lavori sulla strada – ha spiegato l’assessore Alinovi – Dopo Ferragosto completeremo i marciapiedi e concluderemo l’intervento prima che riaprano le scuole».

VIA FLEMING

Ha i giorni contati il semaforo all’incrocio tra via Fleming e via Colli. Da alcune settimane sono in corso i lavori per realizzare la nuova rotatoria nell’importante intersezione cittadina. Il progetto ha un costo di 330 mila euro ed è stato pensato per migliorare la situazione del traffico nella zona dell’ospedale e del pronto soccorso. Nella prima fase del cantiere sono state realizzate attività nelle zone esterne all’incrocio, senza provocare particolari modifiche alla viabilità, riguardanti i marciapiedi e l’allargamento della strada. Sono stati presi degli accordi con la proprietà del distributore che si affaccia sull’incrocio per mantenere il pieno accesso dei mezzi durante tutto il cantiere.

E' stato invece disattivato il collegamento filoviario dei bus (in quel tratto transita la linea 5), in vista della realizzazione degli interventi più impattanti, che porteranno, nel giro di alcuni giorni all’entrata in funzione della rotatoria. In questa fase l’ingresso degli autobus e – probabilmente – anche delle auto in via Abbeveratoia avverrà da via Volturno, ma si prevede che il cambiamento possa durare al massimo una decina di giorni. Verranno invece realizzate nella fase successiva del cantiere le isole spartitraffico e la corona centrale della nuova rotatoria.

Costa poi oltre centomila euro l’intervento per adeguare la filovia per gli autobus lungo la nuova rotatoria. E’ ora in corso lo smantellamento della filovia esistente, che sarà seguito dalla la costruzione di quella nuova. Servirà un collaudo, probabilmente a fine agosto, prima di poter riattivare la linea a settembre.

Gli sponsor che desiderano gestire la nuova rotatoria possono scrivere alla mail alinovi@comune.parma.it, per ricevere tutte le indicazioni del caso.

PIAZZA GARIBALDI

Piazza Garibaldi si rifà il trucco in vista di Parma 2020. Sono infatti in corso i lavori per rifare la pavimentazione in porfido della piazza, bisognosa di interventi anche a causa del continuo passaggio degli autobus.

Non solo. Sono in programma degli interventi per consolidare l’area sottostante a piazza Garibaldi (quella dell'ex “Diurno”) e ripristinare le grate presenti verso Palazzo del Governatore, ora provvisoriamente coperte con delle lastre.

In più occasioni è stato ribadito dall’amministrazione comunale che la programmazione dei lavori è stata attuata in accordo con le associazioni dei commercianti, i rappresentanti del consiglio dei cittadini volontari del Parma Centro, i commercianti di via Mazzini e gli amministratori di condominio degli edifici coinvolti nel cantiere, «per raccoglierne i suggerimenti e condividere le tempistiche dei lavori in modo da arrecare il minor disagio possibile».

I CANTIERI DI IREN

Per quanto riguarda Iren invece, sono solo due i cantieri di grandi dimensioni e impattanti sulla viabilità, per lavori sulla rete del teleriscaldamento. Il primo è in corso in via Callani (angolo via Donatello) e la fine dei lavori è prevista a fine mese. Nel parcheggio di via Lazio il cantiere terminerà invece entro il dieci settembre.

PONTETARO

E' stata definitivamente riaperta la via Emilia nel cantiere di Pontetaro. Ad annunciarlo è Tommaso Fiazza, sindaco di Fontevivo, che fa il punto dei lavori.

«La parte più impattante del cantiere si è conclusa – dichiara –. D’ora in avanti la via Emilia rimarrà aperta perché sono terminati i lavori sulla carreggiata. Il 9 agosto la ditta è riuscita a concludere tutti gli interventi che non ci consentivano di tenere aperta la strada. Ringrazio i commercianti e i residenti per la pazienza dimostrata: da parte nostra abbiamo fatto tutto il possibile per arrecargli il minor disagio possibile».

I lavori rimarranno fermi questa settimana, ma ripartiranno subito dopo Ferragosto, nel rispetto del cronoprogramma iniziale. «Dalla prossima settimana – precisa il sindaco – proseguiremo il cantiere relativo alla pista ciclabile, alla riqualificazione di via Partigiani d’Italia e alla viabilità, compresa la segnaletica, su via Martiri della Liberta (zona banca). Il cantiere dovrebbe terminare entro la terza settimana di settembre».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA