Sei in Gweb+

Roncole Verdi

Addio all'imprenditore Giovanni Concarini

14 agosto 2019, 05:06

Addio all'imprenditore Giovanni Concarini

EGIDIO BANDINI

BUSSETO Roncole Verdi piange uno dei suoi cittadini più conosciuti, apprezzati e rispettati: Giovanni Concarini si è spento ieri all’età di 93 anni. Classe 1926, Concarini aveva cominciato a lavorare fin da ragazzo, facendo il carrettiere con il padre e i fratelli, scendendo con la barra e i cavalli in Stirone a prendere la ghiaia: un mestiere ereditato dal nonno. Da qui Giovanni, con la tenacia tipica della gente della Bassa, era riuscito a intraprendere, nel 1950, l’attività di autotrasportatore per conto terzi.

L’impresa ha continuato ad espandersi, ampliando la propria attività nell’escavazione, nel movimento terra e nel commercio di materiali inerti e per l’edilizia. Profondo conoscitore del mercato in cui operava, Giovanni Concarini, con intelligenza e acume, ha saputo dare alla sua impresa sempre più efficacia, flessibilità e innovazione, arrivando alla decisione di conseguire la certificazione del proprio «Sistema di Qualità» e l’attestazione di qualificazione ad eseguire i lavori pubblici, trasformando la sua impresa in una realtà di alto livello, in grado di operare in tutta Italia: la «Betongetti Italiana», con sede a Roncole Verdi, ma anche nel piacentino.

A proposito del suo leggendario «occhio» nel lavoro, a un'amica Giovanni diceva che, senza voler «fare il fenomeno», riusciva a pesare con una sola occhiata il carico di un camion e che con la stessa precisione al grammo sapeva riconoscere chi valeva e chi no. La sua amicizia con Giovannino Guareschi era di vecchia data e sono tanti gli episodi che Concarini era solito raccontare, con arguzia e simpatia contagiose, spesso assieme a Carlotta. Chissà se, leggendo il racconto «Cavalli e donne», avrà pensato qualche volta che Guareschi avesse preso spunto proprio da lui e dalla sua vita, per narrare di quell’uomo che aveva cominciato come carrettiere con il padre che trasportava ghiaia e oggi «[…] aveva in giro quindici autotreni e cinque autocisterne oltre a tutto il resto».

Giovanni Concarini lascia le figlie Sonia e Chiara con il nipote Lorenzo. La moglie Maria è scomparsa cinque anni fa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA