Sei in Gweb+

Ordine pubblico

Parma-Venezia, partita a rischio

15 agosto 2019, 05:06

Parma-Venezia, partita a rischio

Parma-Venezia, esordio di Coppa Italia per i crociati che si disputerà al Tardini sabato alle 18, è una gara che verrà monitorata con grande attenzione dalla questura. Nonostante la partita si giochi due giorni dopo Ferragosto e quindi quando parecchie persone saranno ancora in ferie, il match presenta caratteristiche tali da far sì che l'attenzione delle forze dell'ordine sia alta. Prima di tutto perché tra le due tifoserie esistono parecchie ruggini rinfocolate da un grave episodio accaduto nella città lagunare nel gennaio del 2017.

Alcuni tifosi del Parma, che stavano facendo un giro a piedi per Venezia prima della partita, erano infatti stati aggrediti in pieno centro da un gruppo di ultras veneti.

Nell'aggressione due parmigiani erano anche rimasti feriti. Gli aggressori, che ai tempi avevano tra i 35 e i 49 anni, erano stati poi identificati e accusati di rapina aggravata e lesioni aggravate in concorso. Uno di loro, un presunto capo ultrà, aveva anche ricevuto un Daspo di cinque anni, mentre altri sette ultras che avevano preso parte all'agguato erano stati puniti con quattro, tre e due anni di divieto di andare allo stadio.

A questo particolare se ne aggiunge uno che riguarda i lavori pubblici. Sia davanti all'ingresso principale del Tardini, sia in una strada vicina all'impianto come via Racagni, attualmente ci sono dei cantieri aperti. E anche questo particolare non è certamente trascurato dalla questura: infatti materiali e attrezzature potrebbero essere prelevati e usati impropriamente, rappresentando quindi un potenziale pericolo.

Si tratta di una partita per cui gli uffici di borgo della Posta hanno già previsto un servizio di sicurezza pubblica completo, adottando tra l'altro il divieto di somministrazione alcolici, la chiusura delle strade, l'aumento di «gabbie» e barriere, oltre al ritorno, come avviene nelle gare di campionato, del sistema di navette dal parcheggio scambiatore.

Inoltre, sabato a Parma arriveranno uomini in divisa di rinforzo, proprio come accadrà la settimana successiva contro la Juventus. Per quanto riguarda i cantieri davanti allo stadio e in via Racagni, i lavori dovrebbero essere ultimati entro la prima partita di campionato, sabato 24 agosto proprio contro la Juventus, in modo da non costituire un intralcio per l'ordine pubblico.

Per quanto riguarda invece la partita di questo sabato, nel caso i lavori non siano ancora conclusi, i cantieri - e, soprattutto, il materiale al loro interno - verranno messi in sicurezza in modo da non essere per alcun motivo accessibili.

Parma-Venezia sarà, infatti, una «prova generale» per quanto riguarda il campionato di serie A che vedrà i crociati debuttare, come detto, contro la Juventus sabato 24 alle 18. Un match questo da allerta rossa visti i precedenti tra le due tifoserie. Una gara, quella contro i campioni d'Italia, che si disputerà in una zona-Tardini blindata e in cui è previsto il tutto esaurito. I tifosi bianconeri hanno, infatti, già acquistato tutti i biglietti per la curva Sud, tradizionalmente destinata al settore ospiti.

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA