Sei in Gweb+

BUSSETO

Addio a Giovanna Zoni, «maestra» di altruismo: fu medaglia d'oro Avis

17 agosto 2019, 05:05

Addio a Giovanna Zoni, «maestra» di altruismo: fu medaglia d'oro Avis

PAOLO PANNI

 

BUSSETO La comunità di Busseto piange la scomparsa di Giovanna Zoni, una instancabile e preziosa testimone di quei valori di altruismo, disponibilità e sensibilità che la rendevano, più che mai, una bella persona, stimata da tutti.

Se ne è andata in punta di piedi, secondo il suo stile, all’età di 77 anni.

Nata a Monticelli d’Ongina, (Piacenza) il 4 dicembre 1941, viveva a Busseto dal 1962, anno in cui si era unita in matrimonio con Ferruccio Raboni, con cui ha avuto due figli.

L’abnegazione e l’altruismo che la contraddistinguevano le hanno permesso di donare tutta se stessa in modo autentico, prodigandosi per gli altri in diversi campi, primo fra tutti il volontariato.

Per un decennio ha prestato servizio attivamente a favore della locale sezione Avis, arrivando ad effettuare un grande numero di donazioni del sangue, tali da consentirle di essere insignita della medaglia d’oro.

Nella sua vita ha dovuto affrontare tante prove, tra cui la malattia (che ha affrontato e combattuto con profonda fede e dignità) e, su tutte, la scomparsa in giovane età della figlia Cinzia.

Nonostante questo lacerante dolore, Giovanna ha proseguito sempre ed instancabilmente a spendersi per gli altri, costantemente con il sorriso, la tenerezza e quello spirito di apertura e generosità che la caratterizzava.

Molto legata alla famiglia ha puntualmente confortato, fino all’ultimo, i suoi cari, anche nel momento della malattia, non facendo mai mancare loro il suo affetto e la serenità del suo sguardo.

Giovanna Zoni lascia il marito Ferruccio e il figlio Fabio, il genero Roberto, i nipoti Simone e Cristina ed il fratello Piero. I funerali saranno celebrati oggi alle 9,30 nella collegiata di San Bartolomeo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA