Sei in Gweb+

LAVORI

Medesano, mezzo milione per il Maniforti

17 agosto 2019, 05:01

Medesano, mezzo milione per il Maniforti

MARIAGRAZIA MANGHI

MEDESANO Importante investimento della nuova amministrazione comunale di Medesano sull’impianto sportivo Ivo Maniforti nel centro del capoluogo, la casa di oltre 200 ragazzi che giocano a calcio: 500.000 euro complessivi saranno impegnati per la riqualificazione della struttura. Un intervento articolato, il cui progetto esecutivo verrà presentato entro ottobre al Coni per la validazione.

Verranno realizzati un campo in erba sintetica, molto atteso, la pavimentazione dei vialetti di accesso ai campi e agli spogliatoi, l’illuminazione, l’installazione del solare termico, la riqualificazione del locale ristoro e della biglietteria; il disegno prevede anche nuovi servizi igienici per il pubblico, il rifacimento della tribuna per gli spettatori e del magazzino di servizio oltre al campo in sabbione per gli allenamenti.

I fondi per i lavori arriveranno dalla Regione, per 150mila euro, grazie a un bando che l’amministrazione ha vinto e per i restanti 350mila euro verrà acceso un mutuo con il credito sportivo a tasso zero. L’avviso pubblico di gara per la gestione ordinaria dell’impianto sarà pronto entro il mese di agosto. «La convenzione avrà durata di 3 anni – ha precisato il sindaco Michele Giovanelli -. Il gestore dovrà convivere con il cantiere dei lavori e mantenere l’attività sportiva per i bambini e i ragazzi. Si tratta di un appalto di concessione per il quale il gestore non pagherà alcun affitto e riceverà un contributo per l’attività, il cui ammontare è in via di definizione».

Entro dicembre l’amministrazione dovrà sottoscrivere il mutuo e i tempi di realizzazione delle opere saranno al massimo di due anni. «Ci facciamo carico interamente dell’investimento straordinario – ha puntualizzato il sindaco –. Questa è una novità politica assoluta. Non intendiamo sovraccaricare il gestore per quanto riguarda opere così rilevanti di un bene di proprietà pubblica. All’amministrazione resteranno in capo le scelte e la responsabilità dei lavori».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA