Sei in Gweb+

SAN PANCRAZIO

Ubriaco al volante inseguito e bloccato dalla Municipale

18 agosto 2019, 05:05

Ubriaco al volante inseguito e bloccato dalla Municipale

A tutta birra era stata la sua serata e a tutta birra s'è messo ad andare alla vista di un posto di blocco di una pattuglia della Polizia municipale a San Pancrazio. Più che un'auto, quella in viaggio nel cuore della notte sulla via Emilia era una mina vagante: caricata ad alcol. Basti pensare che l'uomo al volante aveva bevuto pinte di «bionde» o calici di vino o raffiche di grappini (ma non si può escludere un micidiale mix) superando di cinque volte il limite massimo consentito dalla legge: nel suo sangue è stata trovata una concentrazione alcolica di 2,5 grammi per litro. Basta e avanza per far scattare anche la confisca del veicolo (in questo caso la soglia è a 1,5 grammi), se è di proprietà dello stesso guidatore. Una serata sfortunata, quella del 49enne parmigiano ad alta gradazione: l'uomo è infatti incappato in uno dei primi posti di controllo notturni istituiti dalla Polizia municipale. Ma, per come si sono messe le cose, la notte avrebbe potuto essere più sfortunata per chi si fosse trovato sulla rotta dell'automobilista che aveva alzato il gomito.

Il 49enne non è stato fermato per un controllo a campione, come spesso avviene. Che fosse il caso di «tastargli l'alito», è stato subito evidente alla pattuglia della Polizia municipale: alzare il gomito aveva portato l'automobilista a pigiare più del dovuto sull'acceleratore. Inoltre, l'uomo vedeva chissà quali curve lungo la via Emilia e per questo era impegnato in una specie di slalom tutto suo, guidando verso il centro della città. La paletta gli è calata davanti senza alcun tentennamento. Peccato che lui abbia reagito facendo l'opposto di quanto gli veniva richiesto: ossia, pigiando sull'acceleratore. L'effetto sorpresa gli ha consentito di guadagnare qualche decina di metri, ma presto la pattuglia è passata alla controffensiva: bisognava fare tutto il possibile, per togliere quel pericolo dalle strade della città.

Gli agenti di via del Taglio si sono lanciati all'inseguimento dell'automobilista in fuga. A quel punto, è cominciata una serie di manovre spericolate da parte del 49enne. Tra queste, anche un semaforo rosso saltato a pie' pari, fortunatamente senza conseguenze (grazie al traffico scarso di quell'ora). Tali e tanti sono stati gli azzardi commessi dal guidatore che i vigili impegnati nel suo inseguimento hanno registrato una serie di infrazioni per duemila euro. Insomma, è piovuto sul bagnato: e alla fine non è servito a nulla, perché gli inseguitori sono riusciti a bloccare l'auto lanciata a tutta velocità tra la via Emilia Ovest e le sue laterali.

Una volta raggiunto, l'uomo si è messo tranquillo, sottoponendosi a tutti i controlli del caso. Gli strumenti hanno provato ciò che gli uomini della pattuglia già sospettavano: il 49enne stava guidando in preda a esagerazioni alcoliche. Così ha anticipato il precursore e così hanno confermato i due alcoltest effettuati poco dopo. A suo carico è scattata una denuncia per guida in stato d'ebbrezza (ma rischia che gli venga contestata anche la resistenza a pubblico ufficiale). r.l.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA