Sei in Gweb+

Lutto

Addio a Lucilla, la regina degli anolini

22 agosto 2019, 05:01

Addio a Lucilla, la regina degli anolini

Se ne è andata improvvisamente a sessantaquattro anni Lucilla Alberini, da vent’anni titolare – assieme alla sorella Maria Grazia – del negozio di pasta e gastronomia «La rezdora» di via La Spezia. Originaria di San Polo di Torrile, dove risiedeva da sempre assieme alla propria famiglia, Lucilla Alberini era sposata con Giuseppe, aveva due figli, Stefano e Davide, e due nipoti, Debora e Riccardo.

Legatissima alla propria famiglia, a cui si dedicava guidata da un amore profondo, Lucilla era una grande appassionata di cucina. Una passione che l’aveva portata vent’anni fa - dopo aver gestito per oltre una decina di anni il distributore di benzina di San Polo di Torrile – ad aprire la gastronomia di via Spezia assieme alla sorella Maria Grazia, che ora porterà avanti l’attività.

«La sua morte improvvisa – confessa la sorella Cristina – ci ha spiazzati. Aveva tanti piccoli acciacchi, ma niente che facesse presagire quanto è accaduto». Lucilla Alberini era una persona altruista, solare e sorridente. «Era una persona di animo buono – racconta Cristina – che sapeva cogliere il meglio da tutti. Anche i clienti del negozio la apprezzavano per la qualità dei prodotti e per il suo modo di porsi, sempre sorridente e positivo».

Dopo aver gestito per anni il distributore di benzina di San Polo di Torrile, Lucilla era riuscita a coronare il proprio sogno: aprire una gastronomia in città. «La sua passione per la cucina l’aveva portata a fare il mestiere che amava – ricorda la sorella Cristina – Aveva aperto il negozio di via Spezia assieme a Maria Grazia vent’anni fa. Un’attività portata avanti con sacrificio ed entusiasmo, servendo sia i negozianti che i privati con professionalità e cura».

La specialità di Lucilla erano gli anolini. «Erano il suo fiore all’occhiello – sottolinea la sorella – ma aveva una mano speciale per tutti i tipi di paste fresche e anche per altri piatti, che cucinava con cura e amore». Lucilla Alberini aveva due grandi amori: la famiglia e il negozio. «La famiglia era la sua vita – commenta Cristina – il negozio la sua più grande passione». I funerali di Lucilla Alberini sono in programma oggi, alle 10,45 nella chiesa di Gainago.

L.M.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA