Sei in Gweb+

Lutto

Morto Maffei, fu primario di Otorinolaringoiatria

22 agosto 2019, 05:06

Morto Maffei, fu primario di Otorinolaringoiatria

LUCA MOLINARI

Se ne è andato a novantasei anni Giacomo Maffei, professore emerito di Otorinolaringoiatria del nostro Ateneo e stimato primario della clinica otorinolaringoiatrica dell’ospedale Maggiore negli anni Settanta-Ottanta.

In occasione del premio Sant’Ilario del 1999 aveva ricevuto la medaglia d’oro della città di Parma per la sua lunga e brillante carriera di clinico, di ricercatore e di docente, durante la quale ha ottenuto importanti riconoscimenti in ambito internazionale, contribuendo ad accrescere il prestigio della facoltà di Medicina e della nostra Università.

Il padre, Pietro Maffei, era nato a Pinzolo e la madre, Adele Vezzoni, a Casalmaggiore; paese in cui il padre aveva avviato una fiorente attività commerciale proseguita negli anni ‘20 a Parma. Giacomo Maffei - pur essendo nato a Parma - ha sempre mantenuto stretti legami con la terra d’origine, dove amava tornare.

Persona elegante e riservata, Maffei viene ricordato da tutti per la sua onestà intellettuale e il rigore con cui portava avanti il proprio lavoro. Nel 1948 aveva conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia nel nostro Ateneo e la Specializzazione all’Università di Milano, all’epoca una delle scuole più importanti nel campo dell’otorinolaringoiatria a livello nazionale. A poco più di trent’anni Maffei era già un brillante ricercatore universitario, una figura riconosciuta per il suo prestigio e caratura. Nel 1965 a quarantadue anni, si era quindi trasferito a Sassari dove, per sette anni (dal 1965 al 1972), ha diretto la clinica otorinolaringoiatrica dell’ospedale locale ed è stato titolare della cattedra di otorinolarigologia presso l’Università di Sassari.

Rientrato a Parma nel 1972, Giacomo Maffei ha ricoperto la cattedra di Otorinolarigoiatria della nostra Università e guidato – per lungo tempo - la clinica otorinolaringoiatrica del Maggiore, contribuendo a rendere la nostra città un punto di riferimento nazionale in questa materia. Tanti inoltre gli allievi formati nel corso degli anni da Maffei, diventati brillanti clinici e docenti accademici riconosciuti a livello nazionale e internazionale. «Il professor Maffei è stato il pilastro della “scuola parmigiana” nel campo dell’otorinolaringoiatria – ricordano gli allievi di Maffei – Uno dei punti di riferimento di questa materia; una figura unica, che ha contribuito a rendere grande l’ospedale Maggiore negli anni Settanta-Ottanta, diventato a quel tempo, una delle realtà di riferimento a livello nazionale in svariati campi della medicina».

Maffei era una persona riservata e un grande professionista. «Sul lavoro era una persona metodica – raccontano gli allievi di Maffei – Non arrivava mai in ritardo ed era molto esigente, ma estremamente professionale e competente. Una figura rigorosa ed elegante, di grande onesta intellettuale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA