Sei in Gweb+

TANGENZIALE

Fognano, le barriere antirumore tornano dopo 8 mesi

25 agosto 2019, 05:05

Fognano, le barriere antirumore tornano dopo 8 mesi

LUCA MOLINARI

È previsto per i primi giorni di settembre il montaggio delle nuove barriere acustiche a Fognano, sullo svincolo del raccordo fra la tangenziale Nord e la tangenziale Ovest. Dopo oltre otto mesi di attesa, caratterizzati da disagi, lungaggini burocratiche e ritardi, sembra essere (finalmente) arrivato il momento dell’installazione delle barriere antirumore. Gli abitanti della zona, ormai esasperati dall’attesa, ma soprattutto dal costante rumore e smog con cui devono fare i conti da mesi, non nascondono il proprio disagio e malcontento.

«Sono otto mesi che siamo senza barriere antirumore – afferma Michele Zambelloni, a nome dei numerosi residenti della zona – Nel mese di gennaio infatti, dopo anni di lamentele per le barriere rotte e ormai inadeguate alla mole di traffico che percorre a tutte le ore questo tratto di tangenziale (a ridosso della quale sorgono diverse palazzine e il parco Augusto Daolio ndr), sono state smantellate le parti in legno».

La speranza iniziale dei residenti era quella di vedere montate le nuove barriere nel giro di poche settimane. In realtà negli otto mesi successivi nulla è accaduto e lo svincolo è rimasto senza le barriere. «I lavori si sono fermati praticamente subito per poi riprendere a giugno, dopo altre lamentele e attese – precisa Zambelloni – In questa seconda fase sono stati smontati tutti i pali su cui poggiavano le vecchie barriere. Da parte nostra eravamo speranzosi che venissero installati nuovi pali più alti, per adeguare le barriere al nuovo livello di traffico. In realtà sono stati rimontati gli stessi pali e, ad oggi (ieri ndr) siamo ancora in attesa del montaggio delle nuove barriere acustiche».

A peggiorare la situazione la cattiva condizione dell’asfalto dello svincolo. «Anche con un minimo avvallamento – commenta Zambelloni – il passaggio di un tir crea un rumore fortissimo. E poi ne passano di continuo, anche a velocità sostenuta. Andrebbe riasfaltato al più presto tutto lo svincolo». Impossibile poter aprire le finestre, tantomeno di notte, quando si deve riposare.

«Siamo barricati in casa – prosegue – Anche nei giorni scorsi, quando le temperature erano più gradevoli, per riuscire a dormire eravamo costretti a chiuderci in casa con il condizionatore. Si tratta di un disagio notevole soprattutto per chi lavora».

Michele Alinovi, assessore ai Lavori Pubblici, assicura che i lavori «dovrebbero cominciare nei primi giorni di settembre e, in ogni caso, non oltre la prima metà del mese».

Per effettuare i lavori il Comune ha infatti da poco ricevuto l’ok da parte di Anas. Ora non dovrebbero esserci più ostacoli burocratici (e non) per riuscire a effettuare in tempi brevi il tanto atteso intervento.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA