Sei in Gweb+

ORDINE PUBBLICO

Città «blindata» domenica per Atalanta-Torino

28 agosto 2019, 05:08

Città «blindata» domenica per Atalanta-Torino

Gian Luca Zurlini

Neppure il tempo di archiviare il buon esito per l'ordine pubblico di Parma-Juventus che domenica arriverà un'altra partita considerata ad alto rischio. Alle 20,45, in un orario serale che tradizionalmente rende più difficile il lavoro delle forze dell'ordine, si giocherà infatti siul campo del Tardini Atalanta-Torino, il primo dei due incontri che i bergamaschi disputeranno a Parma a causa dei lavori in corso al Gewiss Stadium

MISURE ECCEZIONALI

Le decisioni prese verranno ufficializzate solo nei prossimi giorni, ma di fatto domenica pomeriggio tutta la zona attorno al «Tardini» verrà «blindata» come in occasione degli scontri di cartello dei crociati. Saranno quindi in vigore tutte le limitazioni al traffico delle partite «clou» e anche tutte le ordinanze sul divieto di vendita di alcol e della presenza di contenitori in vetro. Ma a rendere ancora più complicata la situazione ci sarà il fatto che, in pratica, saranno due le tifoserie in trasferta e che a Parma è previsto l'arrivo di circa 15mila supporter soprattutto atalantini, ma anche torinisti. Quindi dovrà esserci molta attenzione anche alla separazione all'arrivo delle due tifoserie e ai loro spostamenti verso lo stadio.

SCAMBIATORE NORD CHIUSO

Dopo le oltre 80 auto prelevate con il carro attrezzi prima di Parma-Juve che hanno provocato molte proteste, anche questa volta (e la misura continuerà per tutto il campionato) la sosta nel parcheggio scambiatore Nord all'uscita del casello dell'A1 sarà vietata fin dal giorno precedente la partita. Di conseguenza le auto presenti già da sabato nel parcheggio verranno multate e spostate con il carro attrezzi. Fra l'altro i divieti sono annunciati da qualche settimana anche da cartelli fissi che il Comune, su richiesta della Questura, ha posato agli ingressi e dunque non si potrà neppure ricorrere contro le eventuali sanzioni.

ATALANTINI NELLA NORD

I sostenitori dell'Atalanta troveranno posto nella curva Nord, da sempre «regno» incontrastato dei Boys che hanno manfestato da tempo la propria contrarietà alla scelta di far giocare l'Atalanta al Tardini. Non sembra però che ci saranno azioni di protesta oltre agli striscioni esposti in città nelle scorse settimane e in curva prima della gara con la Juventus. Tra i tifosi del Parma e quelli dell'Aralanta, infatti, pur non essendoci nessun gemellaggio ci sono rapporti di reciproco rispetto senza contare che il Parma in contemporanea giocherà a Udine. Gli ultrà del Torino, invece, saranno in curva Sud settore ospiti, mentre è ancora da valutare la possibilità di aprire anche la parte di Sud rimanente con ingresso da via Torelli.

PROBLEMA PARCHEGGI

Un altro problema sarà quello dei parcheggi, in quanto la maggior parte delle 15mila persone attese al Tardini arriverà da Bergamo e Torino con mezzi propri. Ci sarà così un afflusso di auto enorme e inconsueto rispetto alle partite del Parma, che verrà gestito facendo in modo che la maggior parte dei veicoli trovi posto in parcheggi vicini allo stadio, in modo da limitare al minimo gli spostamenti a piedi dei supporter verso l'impianto.

IL COSTO DEI SERVIZI

Il costo per le misure di sicurezza dovrebbe essere fra i 5 e i 6mila euro, a carico, almeno per ora, del comune di Parma, anche se è stata fatta una richiesta all'Atalanta, che gestirà la sicurezza all'interno dell'impianto di accollarsene almeno una parte. In ogni caso si tratterà di una domenica «blindata» per la città che avrà una replica per Atalanta-Fiorentina, alla quarta giornata, partita per la quale non è ancora però stato deciso l'orario ufficiale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA