Sei in Gweb+

PARMA

Marciapiedi poco sicuri, erbacce, rifiuti e buche: lamentele a Moletolo

31 agosto 2019, 05:05

Marciapiedi poco sicuri, erbacce, rifiuti e buche: lamentele a Moletolo

Marciapiedi stretti e poco sicuri anche perché invasi da cespugli di erbacce. Nel quartiere artigianale Moletolo c'è chi lamenta problemi sia di sicurezza per i pedoni (in un'area in cui le aziende hanno numerosi addetti e il traffico è piuttosto sostenuto) sia di decoro urbano.

Entrando nel quartiere artigianale di Moletolo, già in via Ghirarduzzi effettivamente si notano i primi problemi. Per un lungo tratto, a destra della carreggiata, ecco una gran quantità di piante infestanti. In alcuni punti, il marciapiede - comunque non molto largo - è completamente coperto dalle erbacce. In lunghi tratti, poi, la pavimentazione del marciapiede appare rovinata; per alcuni metri ci sono terra e sassi. L'erba era cresciuta liberamente anche lungo lo spartitraffico che separa i due sensi di marcia in via Ghirarduzzi. Ma a quanto pare qualcuno ha preso l'iniziativa, in questi giorni, e l'ha tagliata di sua iniziativa.

In quella manciata di metri fra la curva e l'incrocio con via Righi spuntano anche rifiuti abbandonati. Sono lì da diversi giorni, rivela qualcuno che lavora in zona. Accanto alla campana per la raccolta del vetro ieri mattina c'erano un materasso, diverse coperte e mattoni (alcuni in una borsina di plastica). Questo oltre a «classici», come pacchetti di sigarette vuoti e una bottiglia di birra, a pochi centimetri dalla «campana».

Il 24 agosto 2017 la Gazzetta aveva segnalato la «situazione critica» dei marciapiedi in zona Moletolo, con le lamentele di diversi titolari delle attività. A distanza di due anni, tuttavia, fra erbacce e copertura, evidentemente non è stato messo in cantiere alcun intervento. Almeno in questo tratto di strada.

Problemi analoghi si notano in altri punti dell'area artigianale. Ad esempio, fra via Botteri e via Ghirarduzzi. Attenzione se si entra nel parcheggio. Ci sono un paio di buche piuttosto ampie e un palo con i segnali stradali è divelto e resta a terra, ai margini dell'ingresso.

Fra chi lavora in zona, insomma, c'è chi storce il naso per un quadro che, nel complesso, rappresenta un brutto «biglietto da visita» per chi arriva nel quartiere artigianale. r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA