Sei in Gweb+

Colorno

Shekhawat, mungitore apprezzato che sognava la famiglia

02 settembre 2019, 05:08

Shekhawat, mungitore apprezzato che sognava la famiglia

CRISTIAN CALESTANI

COLORNO «Shekhawat era un grande lavoratore, un bravo mungitore. Il suo sogno era quello di portare qui in Italia la sua famiglia: la moglie con i due figli».

È incredulo un collega di lavoro e vicino di casa mentre parla di Shekhawat Satijia Veer Singh, il 47enne di origine indiana morto sabato sera dopo essere stato investito sulla strada tra Colorno e Coltaro da un’auto.

Sul cellulare fa scorrere le foto di Shekhawat, momenti felici trascorsi in India, insieme alla sua famiglia.

«Era in Italia da diversi anni - racconta - Aveva avuto un primo impiego nella zona di Cuneo, poi da un paio di anni aveva iniziato a lavorare in un’azienda agricola di Sanguigna di Colorno. Era attento e diligente sul lavoro. Sapeva svolgere al meglio la sua mansione di mungitore».

Shekhawat abitava a poche centinaia di metri dal luogo in cui è avvenuto l’incidente, l’ultimo casolare sulla destra per chi percorre la provinciale da Colorno verso Coltaro. Viveva insieme al cognato, sotto choc sabato sera non appena ha appreso la notizia della sua scomparsa e ieri ancora fortemente scosso per l’accaduto.

Sabato, all’imbrunire, Shekhawat stava facendo ritorno a casa in bicicletta dall’azienda agricola.

Mancava poco all’imbocco dello stradellino ghiaiato che conduce al casolare quando è avvenuto il violento impatto con una Mercedes, guidata da un 69enne, in marcia da Colorno verso Coltaro.

L’uomo alla guida ha raccontato di non essersi accorto della presenza del ciclista che, secondo la sua testimonianza, non aveva fanali accesi sulla bici e non indossava un giubbottino con le strisce catarifrangenti che lo potessero rendere maggiormente visibile.

Dopo l’impatto era stata immediata la chiamata alla centrale operativa del 118 che aveva inviato sul posto ambulanza ed automedica della Pubblica assistenza di Colorno, ma purtroppo il tempestivo intervento dei sanitari era risultato vano.

Troppo violento lo scontro, che aveva provocato la morte sul colpo di Shekhawat, sbalzato nel fossato a fianco della strada mentre la bicicletta era rimasta sulla carreggiata finendo contro una Fiat Punto in marcia nella corsia opposta.

Sul luogo dell’incidente erano poi intervenuti i carabinieri di Sissa Trecasali e la polizia stradale.

La provinciale Colorno-Coltaro era rimasta chiusa sino a tarda notte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA