Sei in Gweb+

Pallavolo

Pomì Casalmaggiore, parte da San Polo la corsa verso l'Europa

11 settembre 2019, 05:03

Pomì Casalmaggiore, parte da San Polo la corsa verso l'Europa

PIETRO RAZZINI

La grande pallavolo femminile torna protagonista nel nostro territorio grazie alla «Più Pomì» Casalmaggiore. L’inagibilità momentanea della palestra Baslenga, dove abitualmente si allena la squadra del presidente Massimo Boselli Botturi, ha portato le campionesse d’Europa 2015/2016 nella vicina provincia parmigiana. Per la precisione al palazzetto polifunzionale di via Buozzi a San Polo di Torrile.

È qui che Caterina Bosetti e compagne stanno preparando la nuova stagione agonistica con un fitto programma di allenamenti che culminerà questa settimana in un’amichevole a ingresso gratuito prevista per venerdì contro la Delta Informatica Trentino volley, squadra iscritta al campionato di Serie A2.

Inizio riscaldamento alle ore 16 e, dalle 16.45, si parte con schiacciate, ricezioni e palleggi in grande stile.

Grande stile assicurato dalla rosa allestita quest’anno dalle pantere rosa: oltre alla già citata Bosetti, Letizia Camera e Ana Antonijevic mostreranno tutto il loro talento in palleggio, Ilaria Spirito e Marianna Maggipinto daranno il 100% per non fare cadere nessuna palla a terra, Danielle Cuttino, Kenia Carcaces, Lara Vukasovic e Alessia Fiesoli penseranno a come passare il muro avversario.

Alle ragazze già presenti a San Polo di Torrile si è aggiunta, all’inizio della settimana, la schiacciatrice slovena Lana Ščuka, reduce dall’attività con la sua nazionale: «Per la prima volta ho giocato nella rappresentativa maggiore del mio Paese: è stata una grande opportunità per me. Ora voglio sfruttare a mio vantaggio questa esperienza dimostrando il mio valore in quello che sarà l’Europeo U19 e nel campionato italiano di Serie A1».

All’appello manca ancora Mina Popovic, medaglia d’oro ai recenti europei con la Serbia e protagonista assoluta della manifestazione con una media di 10,5 punti a partita nella fase finale del torneo.

Spiega l’allenatore Marco Gaspari: «Mina è una giocatrice che mi piace molto: salta tantissimo ed è particolarmente potente, ma sono convinto che possa crescere ancora sotto ogni punto di vista. Non l’avremo prestissimo dati i suoi impegni con la nazionale ma la nostra palleggiatrice Antonijevic già la conosce e sono sicuro che non farà fatica a integrarsi nello starting six».

Obiettivo stagionale dichiarato: ritornare in Europa e, quindi, conquistare uno dei primi cinque posti in campionato.

Conclude coach Gaspari: «Il livello della A1 è molto alto, quest’anno in maniera particolare. Noi dobbiamo essere bravi a rimanere nella scia delle migliori, avere continuità e sapere reagire ai momenti di difficoltà. La stagione è lunga: alcune squadre saranno impegnate nelle competizioni continentali e noi dovremo approfittare della loro stanchezza».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA