Sei in Gweb+

PAURA

Valmozzola, anziano accerchiato da 5 cani

11 settembre 2019, 05:06

Valmozzola, anziano accerchiato da 5 cani

Valentino Straser

VALMOZZOLA - Se la caverà con un po’ di spavento l’anziano che si è trovato circondato da cinque cani nei pressi della frazione di Bondi, nel territorio della Valmozzola.

Erano circa le 11 di lunedì e l’anziano residente si trovava nei pressi della sua abitazione a pochi metri di distanza da un pollaio per i lavori di routine.

L’anziano, ad un certo momento ha notato delle sagome scure che si spostavano ai margini di un bosco, dove è situato il pollaio.

«Ho subito pensato a dei cinghiali», la cui frequentazione nella zona non è rara, ha detto l’anziano.

Poi, man mano, gli animali si sono avvicinati all’anziano che li ha scambiati, in un primo momento, per dei lupi. Uno dei cani, di grossa taglia, portava un collare.

E' un dettaglio, quest’ultimo, che ha consentito ai carabinieri forestali, intervenuti per effettuare i sopralluoghi di rito, di escludere la presenza di lupi.

L’anziano, residente in paese, spaventato si è riparato all’interno di un pollaio, protetto da una rete.

Vista l’insistenza dei cani, l’anziano ha chiesto soccorso ai famigliari, che si trovavano in quel momento in casa. A nulla sono valse le urla per cercare di dissuadere i cani ad allontanarsi dal pollaio.

Le grida dei famigliari, e quelle dell’anziano, hanno spaventato i cani che si sono poi allontanati.

Dopo essere rientrato nella sua abitazione l’anziano ha segnalato l’episodio in Comune e al sindaco di Valmozzola Claudio Alzapiedi che ha immediatamente avvisato i carabinieri di Solignano e i carabinieri forestali.

Il timore che potesse trattarsi di un branco di lupi ha fatto scattare fin da subito le indagini da parte delle forze dell’ordine.

Solo dopo un attento esame dei fatti, anche con l’aiuto delle impronte degli animali impresse nel terreno, è stato possibile escludere la presenza di lupi. Le indagini sono proseguite anche ieri mattina da parte dei carabinieri forestali, supportati dal primo cittadino di Valmozzola, per risalire ai proprietari dei cani, probabilmente sfuggiti dalla loro abitazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA