Sei in Gweb+

INCIDENTE

Via Gramsci, travolta sulle strisce da un ubriaco

11 settembre 2019, 05:08

Via Gramsci, travolta sulle strisce da un ubriaco

Pierluigi Dallapina

Per i pedoni è stata una giornata nera. In mattinata una donna è stata travolta da un'auto in viale Mentana mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali. Stessa dinamica, ma luogo diverso, nella tarda serata, quando un'altra donna è stata investita in via Gramsci mentre era sulle strisce con la sua bici. La 45enne, italiana, è stata trasportata nell'area codici rossi del pronto soccorso in gravi condizioni, a causa dell'urto con una Renault Scénic guidata da un uomo positivo all'alcol test. Gli agenti della polizia municipale, accorsi in via Gramsci all'altezza del nuovo centro commerciale, hanno infatti scoperto che il 40enne alla guida dell'auto aveva un tasso alcolemico di 2,42, quando il limite fissato per legge è 0,5 grammi per litro. Stando ad una prima ricostruzione, la donna potrebbe aver attraversato la strada sulle strisce mentre era in sella alla bici, quando è stata centrata dalla Renault che percorreva via Gramsci diretta verso il centro città. Dalle verifiche condotte dagli agenti, è risultato che al guidatore era già stata ritirata la patente per guida in stato d'ebbrezza.

Un altro drammatico investimento si è verificato poco dopo le 10 in viale Mentana. La vittima è una 42enne italiana la cui unica colpa è stata quella di attraversare le strisce pedonali nel momento sbagliato. Le sue condizioni di salute sono gravissime (è ricoverata in Rianimazione) e le conseguenze dell'incidente si sono fatte sentire anche sul traffico, andato in tilt fino in viale Piacenza per circa due ore a causa della chiusura della strada, all'altezza di piazzale Allende. Questa decisione è stata necessaria per permettere ai soccorritori di medicare la donna e per consentire agli agenti della municipale di ricostruire la dinamica dell'incidente.

L'investimento è avvenuto in corrispondenza dell'attraversamento pedonale tracciato all'altezza degli uffici di Infomobility e del Teatro dei dialetti.

La ricostruzione dell'investimento è affidata alla polizia municipale, e stando alle prime ipotesi sembrerebbe che la 42enne sia stata colpita da una Lancia Musa guidata da una 39enne che poi è ricorsa alle cure del pronto soccorso per ferite di lieve entità. E questo perché, sempre stando alle prime ipotesi, la Lancia - che si sarebbe fermata per far attraversare il pedone - sarebbe stata tamponata da un furgoncino Mercedes che la stava seguendo. Quel che è certo è che l'impatto fra i due veicoli è stato violento: la Lancia, urtata nella parte posteriore sinistra, ha girato su se stessa di 180 gradi, mentre il furgone aveva la parte anteriore destra accartocciata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA