Sei in Gweb+

Lutto

Addio a Pietra, l'avvocato che aiutava i più deboli

18 settembre 2019, 05:05

Addio a Pietra, l'avvocato che aiutava i più deboli

La sua vita nella notte di ieri. E' morto a 86 anni Giulio Pietra, avvocato civilista, che ha esercitato brillantemente la professione fino a pochi mesi prima della morte. Negli ultimi tempi, infatti, una malattia gli aveva tolto la possibilità di lavorare, ma non la voglia di vivere. Nato a Fidenza nel 1933, diplomato a Parma nel ’52 al liceo Romagnosi, poi laureatosi in Giurisprudenza, l'avvocato Pietra ha ricoperto negli anni Settanta-Ottanta la carica di vice conciliatore del Comune di Parma, su richiesta di alcuni Sindaci (Gherri, Cremonini, Grossi) che ne avevano apprezzato la professionalità, esprimendogli grandi manifestazioni di stima.

Uomo profondamente legato alla famiglia, al fratello Giorgio, alla moglie Federica e all’unica e amatissima figlia Cinzia, Pietra ha dimostrato la sua grande sensibilità nei confronti dei più deboli, in particolare in una causa che vedeva un proprietario di appartamento citare in giudizio un proprio inquilino, che deteneva in casa un pastore tedesco, che costituì un importante precedente per i proprietari di animali domestici, dal momento che l’inquilino, si vide riconoscere il proprio diritto a rimanere nel condominio insieme all’amico a quattro zampe.

I funerali dell'avvocato Pietra, molto stimato in ambito forense, si svolgeranno domani alle 11.30 nella chiesa di San Giovanni Battista, dove oggi alle 20.30 sarà recitato il rosario.

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA