Sei in Gweb+

LUTTO

Bedonia: addio ad Aldo Agazzi, chef strajè

09 ottobre 2019, 05:03

Bedonia: addio ad Aldo Agazzi, chef strajè

GIORGIO CAMISA

BEDONIA Si è spento a 95 anni Aldo Juan Agazzi. Con lui si è chiuso un capitolo della storia dell’emigrazione bedoniese ed in particolare dell’Alta Valceno. Agazzi si trovava nel centro residenziale Fiordaliso di Bedonia.

Originario del Prato di Bedonia, una frazione a monte del seminario vescovile a poche centinaia di metri dal valico di Montevacà e quindi dall’Alta Valceno, figlio di emigrati nato a Buenos Aires il 12 luglio 1924. La famiglia Agazzi si era trasferita nel Paese sudamericano da pochi anni: alla ricerca di un lavoro ma anche per uscire dal clima politico che regnava in Italia e che gli Agazzi non condividevano.

Aldo, fratello del defunto monsignor Luigi, era l’ultimo dei cinque fratelli nati in Argentina e anche l’unico che non aveva voluto dedicarsi allo studio ma al lavoro. Così, dopo la fine della Seconda guerra mondiale, era tornato in Valceno, aveva conosciuto e poi sposato nel 1953 Maddalena Chizzolari.

Qualche anno a Illica, una frazione della montagna bedoniese, poi la grande avventura: emigrare negli Stati Uniti d'America. L’imbarco a Genova, settimane di viaggio verso New York e poi lo sbarco nella Grande Mela. Senza perdere un solo giorno, Aldo e la moglie si dedicarono alla ristorazione. Anni di sacrificio, da lavapiatti a camerieri e poi per Aldo il sogno: essere promosso a cuoco. Nel giro di qualche anno, grazie alla perfetta conoscenza di tre lingue (spagnolo e inglese, oltre all'italiano) e la sua ferrea volontà di riuscire a conquistarsi un posto di rilievo in cucina, divenne primo chef e poi direttore del conosciuto ristorante Maganette, in una via del centro di New York.

Una vita impegnativa ma ricca di soddisfazioni che non ha però mai logorato il legame con la sua terra.

I funerali si svolgeranno domani alle 10 nella chiesa parrocchiale Sant’Antonino di Bedonia. La salma verrà poi tumulata nel piccolo cimitero di Illica accanto alla moglie Maddalena e ai suoi famigliari.

Aldo lascia il figlio Antonio con Michela e la figlia Maria con Jimmi, gli adorati nipoti Davide, Marina, Vincenzo, Gabriella e Michele e poi tanti amici che lo ricorderanno come un grande lavoratore, uomo intraprendente e ricco di valori umani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA