Sei in Gweb+

ALLARME BUCHE

Strade groviera allo Spip

09 ottobre 2019, 05:06

Strade groviera allo Spip

GIAN LUCA ZURLINI

La precarietà nella manutenzione della tangenziale è sotto gli occhi di tutti ed è già stata documentata dalla «Gazzetta» nei giorni scorsi. Ma il problema della carenza di manutenzione non riguarda soltanto la principale arteria cittadina, ma anche buona parte delle strade della città e della periferia, «martoriate» negli ultimi anni da numerosi scavi per lavori «pezzati» poi in modo precario senza successive asfaltature degne di questo nome. Ma ci sono casi più eclatanti di altri e indubbiamente lo Spip, il quartiere produttivo e artigianale dove sono insediate decine di aziende.

VIA FORLANINI DISSESTATA

E l'immagine che viene offerta alle centinaia di mezzi, in gran parte anche Tir, che arrivano ogni giorno nell'area produttiva non è certo quella di una città efficiente. Via Forlanini, la principale strada di accesso dall'autostrada tramite via Colorno, è costellata di buche dall'inizio alla fine, con una situazione che ricorda da vicino quella di via Europa prima della risistemazione. Ampi tratti della carreggiata sono caratterizzati da «zolle» di asfalto e quando piove la strada si trasforma in una sorta di grande lago, con enormi pozzanghere che si formano su entrambe le corsie. A questo si aggiunge una segnaletica orizzontale ormai quasi del tutto sbiadita e che, alla vigilia della stagione delle nebbie renderà ancor più difficoltoso il raggiungimento dello Spip, situato in una zona in cui i banchi di nebbia sono spesso molto fitti e insistenti.

LE STRADE INTERNE

Non diversa è la situazione in buona parte delle vie che attraversano lo Spip. Via Nobel, via Mercalli e anche le aree di parcheggio presentano ovunque un asfalto ampiamente usurato dal tempo, cui si aggiungono tracce di scavi mal ripristinati e buche vere e proprie. Insomma, una cornice davvero poco lusinghiera per le tante aziende in piena efficienza che allo Spip hanno traslocato negli ultimi decenni costruendo nuove e moderne sedi che stridono con l'incuria della parte pubblica.

PROBLEMI IN VIA BURLA

I problemi non mancano neppure su via Burla, l'altra strada di accesso, suddivisa come competenze fra comune, cui spetta l'asfaltatura fino a poco prima della Barilla e Provincia. Anche qui ci sono punti della carreggiata, soprattutto nel tratto fra via Venezia e l'ingresso del carcere, dissestati e inoltre la vegetazione ai lati della strada in alcuni punti «invade» la via.

VIA SIDOLI PERICOLOSA

Altro punto di scarsa cura è in via Sidoli: nel tratto che parte dalla rotatoria della tangenziale, è ridotta in alcuni punti a metà larghezza (come mostra la foto in pagina) a causa del mancato taglio di piante e arbusti che costringe le auto a transitare sulla corsia opposta. Sarebbe opportuno un intervento in tempi rapidi.

SCAVI MAL RIPARATI

Alla situazione già precaria delle strade si sono aggiunti gli scavi dell'estate scorsa, tutti riparati malamente, come nella rotatoria di Strada Elevata o nelle strade del quartiere San Lazzaro attorno alla scuola Bottego dove anche il transito dei bus della linea «4» è diventato difficile a causa del fondo stradale costellato di dossi a causa di riparazioni mal eseguite.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA