Sei in Gweb+

FIDENZA

Lo abbraccia per fargli le condoglianze. Ma gli sfila l'orologio

20 ottobre 2019, 05:08

Lo abbraccia per fargli le condoglianze. Ma gli sfila l'orologio

Lo ha avvicinato e con fare affranto, che sembrava sincero, gli ha fatto le condoglianze per il lutto appena subito, ma nello stringergli la mano gli ha rubato un orologio in oro del valore di seimila euro.

La vittima è un settantanovenne, che effettivamente aveva appena perso la cognata. L’episodio è accaduto in via Trieste, all’angolo con via Trento. E’ stato lo stesso derubato a raccontare l’accaduto, soprattutto per rivolgere un appello ai fidentini a prestare attenzione a queste persone sconsiderate che non hanno nemmeno rispetto per la scomparsa di una persona cara.

«Ero andato a casa di mia cognata per prendere gli abiti, insieme alla sua badante – ha raccontato il derubato – quando mi si è avvicinata una donna, sui trent’anni, non saprei dire se straniera, ma che parlava bene in italiano. “Abito qui vicino, mi diceva, e volevo farle le tante condoglianze” mi ha detto. E continuava a stingermi la mano, con insistenza . Io, per non essere scortese, non l’ho respinta. Anche perché ero sotto choc per il lutto e non pensavo che quella gentile signora, invece di farmi le condoglianze, fosse una “ladrona” e mirasse all’orologio d’oro. Poi se n’è andata salutandomi e io, in quel momento, non mi ero ancora accorto di nulla. Dopo un po’, quando ho fatto per guardare l’ora, ho scoperto che il prezioso orologio non era più al mio polso. Così, come un flash, mi è venuta subito in mente la falsa vicina di casa, con la sua stretta di mano insistente. E pensare che non avevo voluto lasciare a casa l’orologio incostudito, credendo che portandolo al polso fosse stato più sicuro. Comunque queste persone sconsiderate calcolano ogni minimo dettaglio, anche perché questa donna, come faceva a sapere della scomparsa di mia cognata e dove abitasse. Evidentemente controllano i movimenti delle persone, informandosi di quello che accade, per poter sfruttare anche frangenti tristi come questo. E’ veramente vergognoso».

Il settantanovenne ha denunciato il furto ai carabinieri, ai quali ha fornito anche una descrizione della donna.

«Spero che la mia testimonianza possa servire a mettere in guardia la cittadinanza a prestare la massima attenzione a queste persone e occhio se vi si avvicina qualcuno con pretesti» ha concluso il derubato. Nelle ultime settimane si sono già verificati episodi analoghi anche a Salso e a Busseto.

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA