Sei in Gweb+

La sfida

Corniglio incorona Monica regina del bargnolino

21 ottobre 2019, 05:06

Corniglio incorona Monica regina del bargnolino

CORNIGLIO Una giornata autunnale che non ha fatto sconti, con pioggia e vento continui ha accolto i quasi 70 partecipanti alla decima gara del miglior Bargnolino casalingo, organizzata sabato scorso al rifugio Lagdei. Dopo una maratona di assaggi durata quasi due ore, i tre giudici Giuliana Pellegri, Catia Zanarini, e Claudio Alvoni (esperti dell’Anag, Associazione nazionale assaggiatori grappe) hanno stilato la classifica definitiva.

Ai primi tre classificati sono andati cesti di prodotti tipici offerti dal rifugio da macelleria Le Carni di Langhirano e dall'azienda vitivinicola La Bandina. Al terzo posto si è classificata Lilia Cerri di Parma, al secondo Maurizio Casasco, felinese di residenza, ma con una casa a Bosco di Corniglio, che aveva alle spalle già tante altre partecipazioni alla gara e che ha dichiarato di aver affinato negli anni una ricetta personale.

Primo posto invece per Monica Tamborini (27 anni) di Montechiarugolo, originaria di Busseto, vincitrice con una ricetta di bargnolino della famiglia del marito, che è di Grammatica. E si può in pratica dire che si tratta di una riconferma perché era stato proprio il marito (Matteo Canuti, 33 anni) a vincere l’edizione scorsa.

«Il bargnolino è quello prodotto nel 2018 - ha detto la vincitrice - non c’è nessun segreto nella mia ricetta, l’unica particolarità è che mio marito lo raccoglie di notte… ma forse non dovevo dirlo». Al termine della gara come sempre tanta allegria, convivialità e tanti assaggi dei bargnolini vincitori che sono presto terminati.

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA