Sei in Gweb+

LUTTO

Fornovo, addio alla 107enne Gina Magnani

31 ottobre 2019, 05:03

Fornovo, addio alla 107enne Gina Magnani

FORNOVO Se n’è andata, alla straordinaria età di 107 anni, Gina Magnani: la più anziana cittadina fornovese. Lo ha fatto così come aveva vissuto, in modo discreto, circondata dall’affetto dei nipoti, che non hanno mai fatto mancare la loro vicinanza, e del personale della residenza per anziani di Fornovo, dove risiedeva da alcuni anni.

Quella di Gina è stata, dall’inizio alla fine, un’esistenza speciale. E non solo per il traguardo raggiunto con l’età. Lo è stata per come era Gina, naturalmente elegante, distinta, impeccabile, nei modi e nell’aspetto. Anche da centenaria.

Era nata a Citerna, dove il papà faceva il ferroviere: insieme agli otto fratelli, quattro femmine e quattro maschi, aveva avuto un’infanzia semplice ma senza stenti, passata come un maschiaccio, a giocare tra la campagna e il Taro. Da adolescente andò, come la sorella, ad imparare il mestiere di sarta: il suo destino, il suo mestiere per anni, a Fornovo, in un’epoca vivace ed elegante, dove il lavoro, garantito dalla petrolifera, aveva portato nuovi cittadini, feste e balli che assicurano alla sarta il successo, soprattutto con gli abiti da cerimonia e da sera. In una di queste feste si presentò anche lei, discreta, elegante e molto bella. E’ li che Gina conobbe l’amore della sua vita: Luigi Carubbi, impiegato alla Spi ma con una grande passione per il teatro. Gina e Luigi si sposano quando lei aveva trentasei anni e per la coppia è l’inizio di un lungo viaggio sentimentale e reale, che partì dalla Sicilia del dopoguerra arretrata, spesso dolente e molto generosa. Luigi entrò infatti nella compagnia del Piccolo teatro di Palermo con Enrico Maria Salerno: per cinque anni si allestirono tante rappresentazioni e d’estate, quando il teatro era chiuso, venivano organizzate tournée per tutta la regione, nelle parrocchie di piccoli e grandi centri. Anche Gina ebbe l’occasione di recitare, in diversi ruoli. Quindi Luigi venne chiamato allo Stabile di Genova da uno mostro sacro del palcoscenico, Romolo Valli. Per altri vent’anni l’ambiente di Gina e Luigi fu quello del teatro ed i nomi degli amici e compagni di viaggio, i più grandi del tempo: Paolo Stoppa, Enrico Maria Salerno, lo stesso Valli, Alberto Lionello per dirne alcuni. Da Genova la compagnia partì per tourné annuali in tutt’Italia e all’estero, perfino in America, Venezuela, Russia. Il ritorno a Fornovo della coppia coincise con la malattia e in seguito con la morte di Luigi. Gina riprese il mestiere di sarta: una passione, che l’accompagnò fino a pochi anni fa: in occasione del suo centesimo compleanno decise ad esempio di modificare il suo cappotto, ricucendolo come lo desiderava, e senza occhiali. Ieri sera è stato recitato il rosario nella Pieve mentre oggi, alle 10, si volgerà il funerale, partendo dalla sala del commiato di via Di Vittorio.

Do.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FORNOVO Se n’è andata, alla straordinaria età di 107 anni, Gina Magnani: la più anziana cittadina fornovese. Lo ha fatto così come aveva vissuto, in modo discreto, circondata dall’affetto dei nipoti, che non hanno mai fatto mancare la loro...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal