Sei in Gweb+

La protesta

«Nessun taxi disponibile a trasportare il mio cane»

04 novembre 2019, 05:06

«Nessun taxi disponibile a trasportare il mio cane»

Mara Varoli

Un cane sul taxi? Non sempre è possibile. La segnalazione arriva da una signora parmigiana, che ieri mattina si è trovata in serie difficoltà.

«Ore 5,10 contatto telefonicamente il Radio Taxi Parma per chiedere se era possibile un taxi per trasportare una persona e un cane di taglia media (bulldog inglese) senza successo - ha scritto la signora in una lettera al sito della Gazzetta -. Allora provo a ricontattarli per altre 6 volte ma senza alcuna risposta, cerco di chiedere spiegazioni alla signora presente al centralino e mi informa che è impossibile trovare un taxi che fa salire cani di media/grande taglia. La informo che sono disposta anche a tenermelo in braccio e a pagare il lavaggio della macchina se il problema fosse quello, ma ho urgenza di raggiungere una clinica veterinaria, perché il cane sta molto male, non ho la macchina e nessuno che mi può accompagnare. Purtroppo nulla: tutti i tentativi sono falliti».

E si chiede la signora: «Ma com'è possibile che una città come Parma ha ancora molti pregiudizi per il trasporto dei cani in taxi. Spero che questa segnalazione faccia riflettere questi "cari signori tassisti"».

Pare però che non di pregiudizio si tratti, piuttosto di taglia: se il cane fosse stato piccolo non ci sarebbero stati così tanti problemi. Ma c'è di più. Il presidente del Radio Taxi Roberto Ravasini ha infatti risposto: «A prescindere dal fatto che a quell'ora della domenica purtroppo c'era molto lavoro e non era facile trovare un taxi libero, è bene specificare che sta nella disponibilità del tassista trasportare un cane di taglia media o grande - spiega il presidente -. Si tratta di un servizio facoltativo. Al di là di questo, la signora quando ha contattato la centralinista del nostro Radio Taxi non ha mai specificato che il cane stava male. Anzi, era molto tranquilla, tant'è che la prima telefonata è stata solo informativa, poi però nelle chiamate successive non è stato possibile trovare un taxi libero e disponibile a questo tipo di trasporto. I tassisti hanno l'obbligo di trasportare solo i cani che accompagnano i non vedenti». E comunque, la signora alla fine della lettera ha scritto, fortunatamente: «Devo solo ringraziare l'associazione Rescue dogs se il mio cane ha potuto raggiungere la clinica ed è ancora vivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mara Varoli Un cane sul taxi? Non sempre è possibile. La segnalazione arriva da una signora parmigiana, che ieri mattina si è trovata in serie difficoltà. «Ore 5,10 contatto telefonicamente il Radio Taxi Parma per chiedere se era possibile un taxi...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal