Sei in Gweb+

BORGOTARO

Sputi e minacce all'ex e ai figli della donna: condannato

07 novembre 2019, 05:04

Sputi e minacce all'ex e ai figli della donna: condannato

BORGOTARO Lei e i figli del precedente matrimonio. Tutti nella stessa spirale di odio. Dopo la fine del rapporto, aveva perseguitato tutti, instillando giorno dopo giorno la paura. Otto mesi di stalking. E otto i mesi a cui è stato condannato ieri. Il rito abbreviato ha consentito all'uomo, 49 anni, domiciliato a Borgotaro, di beneficiare dello sconto di un terzo della pena.

Eppure c'era stato un tempo in cui a quella donna - venuta da un altro Paese, e con due figli già ragazzi (sebbene una ancora minorenne) - aveva giurato di volere costruire una famiglia. Ma quando la storia era andata in pezzi, quando era stata lei a decidere di cambiare ancora una volta rotta nella vita, lui era diventato ben presto la sua ombra.

Incombente. Sempre più inquietante. Si appostava sotto casa o vicino al posto di lavoro della donna, e al primo scambio di sguardi partivano gli insulti. Ma c'erano anche giorni in cui l'uomo attendeva il momento giusto per partire all'inseguimento dell'ex compagna: lunghi pedinamenti per «fotografare» ogni movimento della donna, farle sempre sentire il fiato sul collo. Spesso, però, le occhiate di disprezzo o gli insulti a distanza erano solo il prologo dell'aggressione: c'erano stati anche gli sputi, le ingiurie urlate in faccia tenendo la donna bloccata con un braccio.

Nessuna remora, poi, anche nei confronti della «preda» più facile. Un giorno aveva anche bloccato la figlia dell'ex compagna: poco più che una ragazzina, eppure è a lei che consegna una busta con all'interno una foto tagliuzzata della madre, oltre che brandelli di vestiti.

Ma anche l'altro figlio - un ragazzo più grande - aveva dovuto fare i conti con l'aggressività dell'ex compagno della madre: aveva visto il giovane vicino all'auto parcheggiata, e dopo aver lanciato una moneta sulla macchina, l'aveva insultato e minacciato. «Sporco zingaro, ti spacco in due», si era sentito urlare a distanza ravvicinata.

Un affronto. L'ennesimo in quei mesi tra l'autunno del 2018 e la primavera successiva. Tanto che la donna, preoccupata soprattutto per i figli, a quel punto aveva deciso di denunciare. E per l'uomo era scattato poco dopo il divieto di avvicinamento.

r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

BORGOTARO Lei e i figli del precedente matrimonio. Tutti nella stessa spirale di odio. Dopo la fine del rapporto, aveva perseguitato tutti, instillando giorno dopo giorno la paura. Otto mesi di stalking. E otto i mesi a cui è stato condannato...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal