Sei in Gweb+

L'episodio

Suona in via Cavour, arrivano i vigili

10 novembre 2019, 05:05

Suona in via Cavour, arrivano i vigili

Stava suonando in via Cavour quando alcuni agenti della polizia locale gli si sono avvicinati. Secondo un lettore che ha anche scattato una fotografia con il suo smartphone e l'ha inviata alla Gazzetta, gli agenti avrebbero chiesto al suonatore, un uomo di origine africana, di alzarsi e di andarsene. Lui, sempre secondo il racconto del lettore, avrebbe acconsentito dicendo: «Va bene, mi sposto».

A quel punto, però, la vicenda non si sarebbe chiusa perché, sempre a sentire il testimone, un'agente lo avrebbe minacciato di multarlo. «Nessuna pietà per il pericoloso musicista» conclude infatti il lettore. La multa, però, a sentire gli uffici preposti, non sarebbe stata comminata.

Dunque, non c'è nessun nuovo caso tipo quello di Giovanni, il fisarmonicista di strada di origine moldava molto conosciuto in città e multato più volte. «Esistono delle regole - ricorda, a scanso di equivoci, l'assessore alla Sicurezza e al Commercio Cristiano Casa - per suonare in strada. Si può rimanere in un posto a suonare per due ore ma oltre all'obbligo di non usare amplificatori c'è anche quello, scaduto il tempo, di spostarsi». r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stava suonando in via Cavour quando alcuni agenti della polizia locale gli si sono avvicinati. Secondo un lettore che ha anche scattato una fotografia con il suo smartphone e l'ha inviata alla Gazzetta, gli agenti avrebbero chiesto al suonatore, un...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal