Sei in Gweb+

TELEVISIONE

La giornata parmigiana della Rai. E don Maggiali ricorda Asprilla

11 novembre 2019, 05:07

La giornata parmigiana della Rai. E don Maggiali ricorda Asprilla

VITTORIO ROTOLO

Parma Lirica, Corale Verdi e Club dei 27. Tre splendidi pezzi di storia della nostra città ed espressione del suo viscerale attaccamento all’opera, riuniti nella tarda mattinata di ieri in… campo neutro: il circolo Aquila Longhi. L’occasione è stata la registrazione di un ampio servizio, curato dal giornalista Antonio Boschi, che sarà trasmesso nei prossimi giorni su Rai 3.

Il tema trattato? Giuseppe Verdi e la parmigianità, naturalmente. Accolti dal presidente dell'Aquila Longhi, Corrado Marvasi, che ha preparato un gustoso antipasto, i rappresentanti dei tre sodalizi hanno raccontato le sensazioni che desta la figura del Cigno di Busseto e il rapporto con la sua musica. La Rai ha intervistato Cristina Bersanelli e Patrizia Monteverdi di Parma Lirica, Claudio Mendogni e Claudio Morini della Corale Verdi e l’ex arbitro Alberto Michelotti, il «Don Carlo» del Club dei 27.

«Credo che per tutti noi parmigiani, Verdi possa essere considerato alla stregua di un amico fraterno, ha raccontato la Bersanelli, che di Parma Lirica è presidente. «Nell’immaginario collettivo - ha aggiunto - il Maestro è il vicino di casa che ha appena chiuso la porta e si è allontanato: quasi non pare nemmeno che sia passato più di un secolo dalla sua morte». «Giuseppe Verdi è un personaggio vivo nella memoria, nella mente e nei cuori di tutti noi, incredibilmente amato dalla gente. È un autentico simbolo della nostra cultura e dell’italianità nel mondo», hanno ribadito i rappresentanti della Corale Verdi e del Club dei 27.

Il 2020 sarà un anno speciale per Parma, Capitale italiana della cultura. E pure per Parma Lirica, che si accinge invece a festeggiare il cinquantesimo anniversario dalla sua istituzione. «Un appuntamento che celebreremo in grande stile - ha ricordato la Bersanelli - con concerti, recital, concorsi ed un grande evento conclusivo, in programma al Teatro Regio, che riunirà interpreti del passato e del presente».

La domenica «parmigiana» sulla Rai è proseguita con l’intervento in diretta di don Luigi Maggiali, parroco della chiesa di Ognissanti, ad «Aspettando quelli che...», la trasmissione condotta da Luca e Paolo insieme a Mia Ceran su Rai 2. Il sacerdote ha raccontato la sua esperienza di padre spirituale del Parma, negli anni d’oro della formazione crociata. «I giocatori venivano sempre a messa - ha ricordato don Luigi -. Mi è rimasto impresso, in particolare, Tino Asprilla. Si posizionava sempre in fondo alla chiesa. Un giorno, gli dissi di accomodarsi davanti. Lui mi rispose che non poteva, perché era un peccatore pubblico. Di quegli anni, conservo ancora oggi ricordi bellissimi e sincere amicizie».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

VITTORIO ROTOLO Parma Lirica, Corale Verdi e Club dei 27. Tre splendidi pezzi di storia della nostra città ed espressione del suo viscerale attaccamento all’opera, riuniti nella tarda mattinata di ieri in… campo neutro: il circolo Aquila Longhi....

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal