Sei in Gweb+

LANGHIRANO

Addio al 44enne Gianluca Petrolini, pescatore imbattibile

12 novembre 2019, 05:06

Addio al 44enne Gianluca Petrolini, pescatore imbattibile

LANGHIRANO Sembrerà strano, d'ora in avanti, non vederlo più appostato in riva al lago della società di pesca sportiva La Fabiola di Langhirano, lui che appena aveva un momento libero lo dedicava alla sua passione più grande, la pesca. Sarà difficile fare a meno della sua verve organizzativa, che gli ha permesso di portare a Langhirano alcuni eventi di pesca importantissimi, anche a livello nazionale, tra cui i Campionati Italiani di società e i Campionati Italiani giovanili.

Aveva solo sei anni, Gianluca Petrolini, quando ha preso per la prima volta in mano la canna da pesca, facendosi contagiare dalla grande passione per questo sport da papà Sergio. E solo la malattia che se lo è portato via troppo presto, a soli 44 anni, è riuscita a tenerlo lontano da quella che era la sua più grande passione: quella per la pesca. La sua specialità era la pesca alla trota di lago, nella quale era maestro: circa 500 le medaglie d'oro che custodiva fiero e che si è guadagnato sul campo, girando l'Italia, in uno sport che era la sua vita e che gli riusciva facile come respirare. Era anche un abilissimo organizzatore di eventi sportivi per la società La Fabiola, di cui era consigliere e direttore sportivo, e sul piccolo lago alle porte di Langhirano si sono ritrovati a pescare, grazie a lui, pescatori di caratura nazionale. Lo faceva con passione e impegno e amava mettersi a disposizione della società. Ma Gianluca era anche un ragazzo buono, onesto e disponibile con tutti, oltre che un grande appassionato di sport (ha giocato per diversi anni anche come portiere nell'Arsenal di Parma) e un gran lavoratore. Dopo il diploma all'Itsos di Langhirano ha iniziato a lavorare nei prosciuttifici prima di tentare il concorso come ispettore all'Ipq, dove ha lavorato fino all'ultimo. Amava lavorare, e anche quando la sua malattia glielo ha impedito il suo sogno ricorrente era quello di poter tornare a farlo. Era conosciuto e apprezzato da tutti, Gianluca, ed in tanti si stringeranno alla famiglia – la mamma Utilla e il papà Sergio – in occasione del rosario, che sarà celebrato questa sera, alle 20,30, nella chiesa di Langhirano, e per i funerali, che si terranno domani, partendo alle 10 dalla sala del Commiato di Langhirano per la chiesa e quindi per il cimitero di Mattaleto.

B.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LANGHIRANO Sembrerà strano, d'ora in avanti, non vederlo più appostato in riva al lago della società di pesca sportiva La Fabiola di Langhirano, lui che appena aveva un momento libero lo dedicava alla sua passione più grande, la pesca. Sarà difficile...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal