Sei in Gweb+

Aeroporto Verdi

Finiti i lavori di rifacimento della pista

14 novembre 2019, 05:01

Finiti i lavori di rifacimento della pista

LUCA PELAGATTI

Il battesimo vero e proprio lo si avrà stamattina, intorno a mezzogiorno, quando un Boeing 737 tornerà a posare il proprio carrello sulla pista del «Verdi». In apparenza sarà un atterraggio come tutti gli altri, una manovra di routine. Ma in realtà sancirà simbolicamente una nuova fase nella vita dell'aeroporto di Parma.

Si sono infatti conclusi nelle scorse ore i lavori di manutenzione straordinaria che, in una decina di giorni, hanno permesso il rifacimento completo della lunga striscia di asfalto dove si posano gli aerei oltre alla creazione della cosidetta turn pad nella zona sud, ovvero dell'area che permette l'inversione degli aeroplani prima del decollo.

Un intervento di grande rilevanza, che ha previsto un investimento di tre milioni e seicentocinquanta mila euro, e che si è svolto rispettando perfettamente il rigido crono programma prefissato.

Visto il maltempo dei giorni scorsi si tratta quasi di un miracolo.

Per 24 ore su 24, sabato e domenica compresi, hanno infatti operato centottanta uomini con centocinquanta mezzi che hanno rinforzato il fondo e sostituito l'asfalto della pista che, grazie a questa operazione ora è più sicura per accogliere i nuovi voli che, secondo i progetti, dovranno arrivare. Oltre ad essere già pronta per la seconda fase che vedrà un considerevole allungamento della pista.

Ma un risultato in questo senso lo si ha già ottenuto: i lavori hanno permesso di riattivare un tratto di circa 120 metri di pista, all'interno del sedime attuale e quindi senza coinvolgere nuovi terreni, portando la zona utilizzabile dagli aeromobili in decollo ed atterraggio a 2240 metri. E più spazio, come è facile intuire, significa più facilità e garanzia per i mezzi con le ali.

Come detto, il tutto, è stato realizzato in un tempo record: la fretta si spiega con l'esigenza di riaprire l'aeroporto al più presto e anche grazie ad una serie di torrefaro che hanno illuminato anche nelle ore notturne l'area, i tecnici e gli operai hanno consegnato la pista rinnovata addirittura in anticipo sul termine previsto. Nelle scorse ora, grazie ad un primo sopralluogo e alle doverose ispezioni tecniche, è stata ottenuta una agibilità provvisoria della pista del «Verdi» mentre, in maniera più discreta e meno frenetica, senza interferire con l'attività dello scalo, proseguiranno altri lavori accessori che riguardano gli impianti di illuminazione e gli spazi di sosta degli aeromobili.

In seguito arriverà la agibilità definitiva che prepara la vera fase due: quella che porterà la pista a circa 2900 metri. Una lunghezza che permetterà allo scalo di pensare finalmente in grande realizzando compiutamente il piano di rilancio che ora, grazie al recente intervento decisivo degli imprenditori parmensi, sta finalmente diventando realtà. Dopo lunghi anni di attese, speranze deluse e un faticoso volo a vista.

Per arrivare però al completamento del piano occorrerà attendere almeno il 2021 quando il piano definitivo sarà completato. Intanto però questo primo importante intervento può essere considerato concluso. L'atterraggio di oggi del primo aereo lo sancirà concretamente e nelle sale del «Verdi» si lavora ora per scadenzare le prossime tappe e definire i passi successivi. Si parla di nuovi collegamenti, è ovvio, ma anche di importanti interventi strutturali. La prova generale di questa manutenzione straordinaria fa ben sperare e dimostra che la strada presa è quella giusta. Per rullare con decisione verso il tanto atteso decollo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LUCA PELAGATTI Il battesimo vero e proprio lo si avrà stamattina, intorno a mezzogiorno, quando un Boeing 737 tornerà a posare il proprio carrello sulla pista del «Verdi». In apparenza sarà un atterraggio come tutti gli altri, una manovra di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal