Sei in Gweb+

serie A

Iacoponi, un Ironman che può diventare la nuova bandiera crociatia

18 novembre 2019, 05:03

Iacoponi, un Ironman che può diventare la nuova bandiera crociatia

PAOLO GROSSI

Se nelle ultime stagioni quello dei frequenti infortuni è stato uno stucchevole ritornello che ha spesso disturbato il rendimento del Parma, come una roccia nella corrente s'è invece stagliata la sagoma di Simone Iacoponi. Il difensore classe '87, arrivato dall'Entella a gennaio 2017 quando il Parma era in C, è stato uno dei primi acquisti del ds Faggiano dopo il suo approdo a Parma. Con i liguri aveva giocato da titolare tutte le gare del girone d'andata. Nel Parma debuttò nella rocambolesca vittoria al Tardini sul Pordenone.

SEMPRE TITOLARE

Da lì in poi sarà titolare in tutte le partite, play-off compresi. Si può dire come minimo che D'Aversa ha apprezzato fin dall'inizio le sue doti fisiche, la sua tenacia, la sua grinta ed anche la sua duttilità se è vero che, dopo essersi alternato tra i ruoli di terzino destro e centrale, nella gara più importante dell'anno, la finale di Firenze con l'Alessandria, ha giocato per la prima volta terzino sinistro. Alla prima stagione di B arrivano in rosa Di Cesare, Gagliolo, Sierralta, a gennaio anche Gazzola, ma lui non trema. Lavora a testa a bassa e D'Aversa a scanso di equivoci continua a schierarlo titolare. Alla fine della stagione culminata con la promozione nella notte della Spezia su 42 partite ne giocherà 40, saltandone una per squalifica e una per un lieve acciacco. Dopo quest'ultima, Parma-Foggia, non ne salterà più. 11 gare in B, 38 l'anno scorso in serie A e 12 quest'anno, più 2 in Coppa: fanno 63 partite consecutive, tutte da titolare, con qualche sporadica sostituzione subita nei finali per inserire una punta quando c'è da rimontare.

INOSSIDABILE

Un vero e proprio Ironman: perché esserci sempre per due stagioni di fila vuol dire non solo avere una salute e una struttura di ferro, ma anche, specie per un difensore, essere corretti. Perché in genere un marcatore roccioso vuoi che non arrivi a cinque gialli e salti così un turno per somma di ammonizioni? Nel suo caso non è successo. Ovviamente oltre a essere di sana e robusta costituzione e corretto Iacoponi è anche bravo, perché altrimenti il tecnico farebbe giocare qualcun altro. Quest'anno ad esempio sono arrivati Laurini e Darmian per cercare di avere un esterno basso più propositivo in fase offensiva. E che problema c'è? Lui si sposta al centro in quello che secondo tanti è il suo posto ideale.

Cresciuto nel vivaio dell'Empoli, con cui aveva fatto una fugace comparsata in serie A a 19 anni, inizia poi una trafila su e giù per l'Italia in C e B, Al punto che, conquistata la A con il Parma a 31 anni, poteva far sorgere dubbi sulla sua idoneità ad affrontare la massima serie.

CRESCITA CONTINUA

Il Parma e D'Aversa gli hanno dato fiducia e lui, come altri compagni della prima ora, da Scozzarella a Gagliolo a Barillà, si è pian piano rivelato più che all'altezza. Gli ci è voluto un po' di ambientamento: nelle prime partite, ha indubbiamente pagato dazio al superiore livello degli attaccanti che aveva di fronte. Ma lui, senza paura s'è messo lì, è cresciuto e ancora cresce gara dopo gara. Varie volte ha indossato la fascia da capitano e in campo è un esempio di dedizione alla causa e attaccamento alla maglia. Un giocatore alla Ivo Cocconi o alla Alessandro Lucarelli, verrebbe da dire, anche per auguragli di moltiplicare le attuali 114 presenze in maglia crociata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PAOLO GROSSI Se nelle ultime stagioni quello dei frequenti infortuni è stato uno stucchevole ritornello che ha spesso disturbato il rendimento del Parma, come una roccia nella corrente s'è invece stagliata la sagoma di Simone Iacoponi. Il difensore...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal