Sei in Gweb+

Maltempo

Pioggia record, 45 millimetri in poche ore

18 novembre 2019, 05:08

Pioggia record, 45 millimetri in poche ore

MONICA TIEZZI

Una pioggia scrosciante, ininterrotta, durata dalle 19,30 di sabato alle 8 di ieri mattina.

Con questo acquazzone record, che ha rovesciato su Parma 45,4 millimetri di acqua, questo novembre si avvia a diventare uno dei più piovosi della storia cittadina. Dall'inizio del mese ad oggi (considerando anche l'altra consistente pioggia fra il 2 e il 3 del mese: 43 millimetri) sono caduti complessivamente 164 millimetri contro un valore medio che, per novembre, è di 88 millimetri.

Significa, come fa notare il tecnico dell'osservatorio meteo dell'università di Parma, che in due settimane è già caduto quasi il doppio della pioggia prevista per l'intero mese.

Il novembre 2019 potrebbe quindi superare i record precedenti: il 2008 (con 241 millimetri), il 1977 e il 1896.

Per quanto riguarda invece le temperature, si mantengono nelle medie stagionali.

SOTTOPASSO ALLAGATO

Disagi in città per la pioggia battente: si è allagato il sottopasso ferroviario in prossimità dello svincolo fra le tangenziali nord e ovest (non lontano da Vender), che è stato chiuso, e il centralino dei vigili del fuoco è stato tempestato di telefonate di cittadini con cantine e garage sott'acqua. Non in tutti i casi sono potuti intervenire i vigili del fuoco, anche perché le fogne non riuscivano più a far defluire le acque e il tentativo di «asciugare» i locali ai piani terra sarebbe stato comunque vano.

RINFORZI PER MODENA

In più dalla caserma di via Chiavari sono dovute partire per il Modenese (dove il maltempo ha imperversato più che a Parma) quattro uomini in supporto dei pompieri del posto. A Modena infatti, spiegano dal comando di Parma, sono pericolosamente alti i livelli dei fiumi e ci sono stati allagamenti in pianura e nella fascia collinare; smottamenti hanno causato la chiusura di alcune strade provinciali in Appennino. In molti comuni dell’Appennino modenese tecnici delle aziende di luce e gas hanno lavorato tutta la domenica per riattivare oltre 10 mila utenze private andate in tilt per le nevicate ed i forti venti.

ALLERTA

«Massima attenzione da tutti i livelli di intervento per una situazione critica», ha spiegato ieri l’assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo. I consigli della Protezione civile sono di non sostare su ponti, stare attenti ai sottopassi e stare lontani dagli argini dei fiumi interessati dalla piena, di seguire le indicazioni delle autorità e tenersi aggiornati sulla piattaforma Allertameteo Emilia Romagna.

La «morsa» della pioggia dovrebbe allentarsi solo da martedì pomeriggio. Una situazione, quella delle piogge persistenti, causata - spiega Fantini - dallo stazionamento dell'alta pressione sull'Atlantico e dalla traiettoria delle perturbazioni verso il Mediterraneo. Mare ancora caldo per il periodo, che in contrasto con l'aria fredda crea condizioni di nubi e, appunto, pioggia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MONICA TIEZZI Una pioggia scrosciante, ininterrotta, durata dalle 19,30 di sabato alle 8 di ieri mattina. Con questo acquazzone record, che ha rovesciato su Parma 45,4 millimetri di acqua, questo novembre si avvia a diventare uno dei più piovosi...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal