Sei in Gweb+

SISSA TRECASALI

Lo Storione, i gestori: «Delusi dalle polemiche»

02 dicembre 2019, 05:06

Lo Storione, i gestori: «Delusi dalle polemiche»

CRISTIAN CALESTANI

SISSA TRECASALI «Siamo stupiti e delusi per certe polemiche emerse durante il consiglio comunale di Sissa Trecasali in merito al mancato abbattimento delle barriere architettoniche nel locale che abbiamo in gestione. In questi ultimi anni si è fatto tanto, a vari livelli, per migliorare un luogo simbolo del nostro territorio. Bisognerebbe cercare di remare tutti dalla stessa parte per valorizzare un'area bellissima come il parco Boschi Maria Luigia di Coltaro». Si esprimono così Mara Rossi, Daniele Dall'Asta e Paola Azzi - da vent'anni gestori dello storico locale «Lo Storione», di proprietà comunale - in seguito alle polemiche scaturite in consiglio comunale.

Il gruppo di minoranza «Per un domani migliore» ha accusato l'amministrazione comunale di non aver dato la precedenza agli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche rispetto ad altri lavori, ritenuti essenziali dall'amministrazione perché la loro mancata esecuzione avrebbe potuto precludere l'apertura del locale per motivi di sicurezza. «Per vent'anni come gestori abbiamo fatto di tutto per migliorare Lo Storione, un locale suggestivo la cui conduzione legata alla stagionalità (l'apertura va da marzo a fine ottobre, ndr) non è certo semplice anche in termini di organizzazione dell'attività e del personale. Per tutti questi anni abbiamo sempre pagato puntualmente l'affitto garantendo al Comune un minimo di reddito. Proprio ora che, come accaduto negli ultimi anni, si sta vedendo un impegno concreto del Comune per migliorare la struttura, siamo stati investiti da questa polemica di cui fatichiamo a comprendere il senso. Siamo pienamente d'accordo sul fatto che debbano essere abbattute le barriere architettoniche, ma in questo caso specifico non si è data la precedenza a questo intervento perché altri lavori, in base alle risorse disponibili, sono risultati essere prioritari per garantire la piena operatività dell'attività».

Non sistemare la terrazza, dal cui pavimento da anni si staccavano pezzi, «avrebbe potuto significare - continuano i gestori del locale - non ottenere l'agibilità e di conseguenza precludere l'accesso al locale con conseguente chiusura totale. Questo aspetto, visto che si parla di un'attività imprenditoriale che ha un'importante ricaduta sul territorio, andava tenuto in considerazione».

Mara Rossi, Daniele Dall'Asta e Paola Azzi ribadiscono delusione per quanto avvenuto in consiglio: «Ci saremmo aspettati una maggiore sensibilità nell'affrontare questo argomento e siamo fermamente convinti che si debba collaborare su tutti i fronti, maggioranza e minoranza con il suo ruolo di pungolo dell'amministrazione a fini costruttivi, per il miglioramento de Lo Storione e di tutta la bellissima area del parco Boschi Maria Luigia di Coltaro. I lavori non sono terminati e siamo certi che gli interventi futuri permetteranno di giungere anche all'abbattimento delle barriere architettoniche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CRISTIAN CALESTANI SISSA TRECASALI «Siamo stupiti e delusi per certe polemiche emerse durante il consiglio comunale di Sissa Trecasali in merito al mancato abbattimento delle barriere architettoniche nel locale che abbiamo in gestione. In...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal