Sei in Gweb+

INTERVISTE

Via Mazzini, cittadini e commercianti: «Disagi per troppo tempo»

03 dicembre 2019, 05:05

Via Mazzini, cittadini e commercianti: «Disagi per troppo tempo»

MONICA CALAMANDREI

Il nuovo marciapiede di via Mazzini è stato completato. Anche se i lavori, iniziati questa estate, per l’allargamento del marciapiede sul lato nord di una delle vie più trafficate del nostro centro storico, sono durati più del previsto.

Cosa pensano i parmigiani di questa nuova opera? «Ora che è stato terminato è molto bello, ma in questi mesi abbiamo subito grossi disagi - lamenta Roberto Riccò -. Gli autobus erano sempre in ritardo e spesso non sapevano dove fermarsi». Incalza Paola Rossi: «Hanno chiuso una strada per mesi e questo è inaccettabile». Ma, disagi a parte che forse in fondo, ricorda Samuel Ventura, «sono normali quando si parla di lavori in corso», c’è anche chi apprezza questa nuova opera. «Finalmente qualcosa di buono - esordisce Gianluca Dallaglio -. Mi piace molto e poi rende la città più luminosa». Dello stesso parere Adriano e Beatrice Bianchi: «È molto bello ma se proprio dobbiamo trovare un difetto forse la strada è stata ristretta un po’ troppo».

Michele Mori lamenta il fatto che il nuovo marciapiede non sia coperto. «Sono contento che rispetto a prima sia meno scivoloso ma quando pioverà potrà essere un problema, soprattutto per la gente che dovrà stare ferma sotto l’acqua ad aspettare l’autobus». Molto più critico Massimiliano Lupo: «Non mi piace per niente e non sopporto il fatto che per realizzarlo abbiano tolto l’aiuola all’incrocio con via Carducci. Senza contare i disagi che hanno creato per mesi». Maria Grazia Pettenati e Maria Teresa Bertozzi appaiono molto più soddisfatte: «Hanno fatto un buon lavoro, il marciapiede ora è più ampio e la fermata dell’autobus è molto più visibile».

Girando per via Mazzini c’è anche chi risponde che non se ne era nemmeno accorto. «L'ho notato solo ora - afferma Lisa Mori, che insieme ai suoi tre figli ci sta camminando sopra -. Però guardandolo bene mi piace, anche se non capisco perché abbiano deciso di rifarlo». Mentre il marito Germano Andreoni aggiunge «ora c’è molto più spazio intorno alla fermata dell’autobus e questa è una nota positiva perché migliora la sicurezza. Di negativo resta il fatto che per realizzarlo hanno impiegato secondo me un po’ troppo tempo».

Tante polemiche arrivano poi dai commercianti della zona. «Finalmente è finito questo calvario. È da marzo che viviamo in mezzo ad un cantiere perché prima del marciapiede hanno sistemato anche l’illuminazione», afferma Noemi Vecchi della Gioielleria Carboni. «E poi - aggiunge Giovanna Ferraro, responsabile de “La casa della valigia” - durante i lavori hanno temporaneamente spostato la fermata dell’autobus e questo ci ha creato un grosso disagio perché il passaggio della gente è diminuito drasticamente». Oltre a tanto rumore e a poca visibilità a causa di un cantiere che come lamenta Vanessa Piazza, responsabile del punto vendita di «Libero Milano» è durato troppo. «Una vergogna - incalza Alfio Pellegriti del negozio di abbigliamento “Alla Concorrenza” - non si può chiudere una strada per mesi». E se l’allargamento di questo marciapiede è stato realizzato per abbellire la città, riallineando la carreggiata di via Mazzini, c’è chi ricorda di essersi opposto al progetto fin dall’inizio. «Abbiamo sempre criticato il fatto che la strada si sarebbe ristretta troppo - dice la titolare della profumeria Gian Franca Marina Lazzani -. Quando dovrà fermarsi un'ambulanza sarà un problema».

 

MONICA CALAMANDREI Il nuovo marciapiede di via Mazzini è stato completato. Anche se i lavori, iniziati questa estate, per l’allargamento del marciapiede sul lato nord di una delle vie più trafficate del nostro centro storico, sono durati più del...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal