Sei in Gweb+

Intervista

Franco Oppini: «La comicità dei Gatti era avanti di tanti anni»

06 dicembre 2019, 05:05

Franco Oppini: «La comicità dei Gatti era avanti di tanti anni»

MARIACRISTINA MAGGI

I «Gatti di Vicolo Miracoli» hanno fatto la storia del cabaret... Il loro «Capito?» è entrato nel linguaggio di tutti. Dissacranti, surreali, con provocazioni mai volgari... Amici, ex compagni di banco che dalle feste e la voglia di fare cose insieme sono passati al Derby Club (con Diego Abatantuono allora tecnico delle luci) alla storica trasmissione «Non stop»: si sono poi sciolti, ma non sono mai stati dimenticati, la recente reunion a «Domenica in» lo conferma, così come l’ultimo film «Odissea nell’ospizio» (2019).

«Siamo sempre stati amici, e lo siamo ancora, anche se a un certo punto abbiamo preso strade diverse», dice Franco Oppini: una lunga carriera tra cinema, televisione, cabaret cantato e nell’89 (con Skandalon di Memè Perlini) un ritorno alle origini, quel teatro con cui aveva mosso i primi passi, sia in ruoli comici che drammatici (anche al Festival di Spoleto vestendo i panni di Fausto Coppi): da allora non si è più fermato. Ed è con gioia che ci parla della commedia in scena da stasera a domenica al Nuovo Teatro Pezzani, «Ho avuto una storia con la donna delle pulizia» di Nino Marino, per la direzione di Massimo Milazzo, in coppia con Luciana Frazzetto. E’ un piacere chiacchierare con lui, con la naturalezza e i tempi di sempre.

A quanto pare, un vero successo...

«Siamo molto felici del riscontro con il pubblico: a Roma ci hanno applaudito per tre minuti e mezzo; Parma sarà un altro importante banco di prova. E’ una commedia divertente che allo stesso tempo porta riflessioni: io vesto i panni di un intellettuale milanese, Luciana, che è una vera forza della natura, quelli di una romana verace: un vero scontro/incontro che fa sorridere e tocca corde emotive... E’ forse la commedia più divertente che ho fatto negli ultimi anni... divertentissima e tenera».

Qual è il segreto della sua comicità?

«Il tipo di comicità che amo è generato dalla voglia di irridere la società, da buffoni di corte, come diceva Dario Fo... Se i Gatti ancora oggi sono apprezzati è perché dietro ai tanti calambour e giochi di parole c’era una chiara critica sociale. Eravamo avanti di tanti anni...».

Numerosi i progetti futuri, tra cui anche uno dedicato a Gianni Rodari; ha fatto tutto: cabaret, cinema, televisione, teatro, musica, operetta... le manca qualcosa?

«Mi manca solo il circo... ma non si sa mai: per ora venite al Pezzani, vi divertirete».

Stasera e domani alle 21, domenica alle 16. Tel: 0521.200241.

 

MARIACRISTINA MAGGI I «Gatti di Vicolo Miracoli» hanno fatto la storia del cabaret... Il loro «Capito?» è entrato nel linguaggio di tutti. Dissacranti, surreali, con provocazioni mai volgari... Amici, ex compagni di banco che dalle feste e la...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal