Sei in Gweb+

Mostra

Parma la città del profumo

15 dicembre 2019, 05:09

Parma la città del profumo

Parma, terra del gusto e del profumo, fino al 30 giugno del prossimo anno ci trasporterà in un mondo fatto di sensorialità, artigianalità e antiche maestranze, attraverso due percorsi espositivi, che raccontano la storia della filiera produttiva.

«Parma la città del Profumo», inaugurata al museo Glauco Lombardi, è la mostra-evento ideata da Cna Parma, in collaborazione con Mouillettes & Co., ed è una realtà unica in Italia che sviluppa percorsi di formazione e consulenza legati al mondo dell’olfatto.

Non a tutti è noto che la profumeria internazionale ha un suo importante centro nevralgico nella città di Parma, una storia che inizia nel 1816 e che oggi, più viva che mai, è proiettata verso un futuro che mette insieme tradizione e innovazione. Duecento anni di professionalità e competenza imprenditoriale nel settore della profumeria, hanno creato nel territorio di Parma e provincia una filiera di aziende produttrici di fragranze, ma anche specializzate nella vetreria, nella stampa, nella cartotecnica ed imballaggi. Una filiera completa che rende unico in Italia il nostro territorio. «Duecento anni di professionalità, competenza imprenditoriale, passione e creatività - ha detto Paolo Giuffredi, presidente di Cna Parma - che hanno reso Parma un importante centro attorno al quale ha ruotato e ruota il mondo dell’industria della profumeria internazionale». Dall'incontro tra Cna Parma, Mouillettes & Co. e tutti i partner della filiera nasce il progetto che si svilupperà in due distinti percorsi espositivi: «Dalle origini ai giorni nostri» al museo Glauco Lombardi (fino al 22 marzo 2020) dove sarà messa in luce la filiera da un punto di vista più storico, e «L’Evoluzione e la Modernità» all’Ape Parma Museo (1º aprile - 30 giugno 2020) dove sarà evidenziata l’innovazione e la modernità della filiera. La riscoperta dell’identità storica della profumeria si tradurrà in un’ampia serie di attività: dalle visite guidate che continueranno fino al 30 giugno 2020 durante i weekend all’interno dei due musei, ai percorsi olfattivi nel centro storico capaci di valorizzare e riscoprire i luoghi depositari di questo patrimonio come l’orto botanico, l’Antica Farmacia San Filippo Neri e le profumerie storiche. Questa nuova energia, nata attorno alla filiera del profumo, porterà anche una serie di iniziative collaterali: laboratori olfattivi, conferenze a tema e la possibilità di visitare le produzioni delle aziende della filiera, occasione unica ed esclusiva che consente di «immergersi» e scoprire tutto quello che si cela dietro ad un «semplice» flacone di profumo. Parma, capitale della cultura 2020, si riafferma anche come capitale del profumo in Italia.

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Parma, terra del gusto e del profumo, fino al 30 giugno del prossimo anno ci trasporterà in un mondo fatto di sensorialità, artigianalità e antiche maestranze, attraverso due percorsi espositivi, che raccontano la storia della filiera produttiva....

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal