Sei in Gweb+

Regionali

Guerra delle firme fra la Gambarini e la Frangipane

28 dicembre 2019, 05:06

Guerra delle firme fra la Gambarini e la Frangipane

La «guerra» fra candidati è iniziata a Fontanellato: pomo della discordia l'autenticazione delle firme per presentare la lista «Cambiamo! - Popolo della Famiglia». L'attacco è stato sferrato attraverso Facebook da Francesca Gambarini. La candidata ha affermato: «abbiamo ritirato i moduli per la raccolta firme per la presentazione della lista e li abbiamo depositati in Comune per dare modo ai nostri sostenitori di firmare. Di turno l'impiegata Alessia Frangipane (candidata con Bonaccini, ma dipendente del Comune di Fontanellato) che stampa i certificati ma non autentica i moduli sui quali i nostri sostenitori erano andati a firmare. Così le firme non sono valide. Ora, delle due l'una - sostiene la Gambarini con riferimento al fatto che la Frangipane è candidata: o è in malafede o è una grande incompetente».

Da parte sua, Alessia Frangipane, sentita dalla Gazzetta, preferisce non replicare in quanto viene contestato un suo comportamento nella veste dipendente comunale.

Lo fa invece il sindaco, Francesco Trivelloni. «Ho letto sui social - dice - che Francesca Gambarini, candidata alle elezioni regionali si è permessa di dare della “grande incompetente” e della persona in “malafede” a una nostra brava dipendente, solo perché si chiama Alessia Frangipane ed è candidata al consiglio regionale. A dire della Gambarini la dipendente non ha autenticato i moduli con le firme “sfruttando la sua posizione di dipendente per fregare gli altri candidati”. Fosse vero, avrei attivato la macchina comunale affinché la dipendente venisse messa sotto commissione disciplinare. E invece quanto detto dalla Gambarini è una balla clamorosa, una badilata di fango lanciata per offendere, fare scalpore, avere un trafiletto sul giornale. Per questo - aggiunge Trivelloni - le falsità che ho letto finiranno in Tribunale. Nessuno ha chiesto alla Frangipane di autenticare le firme e la Gambarini – che non è alla prima candidatura – dovrebbe sapere che o il modulo è completo o altrimenti tocca a chi lo presenta chiedere l'autenticazione».

r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La «guerra» fra candidati è iniziata a Fontanellato: pomo della discordia l'autenticazione delle firme per presentare la lista «Cambiamo! - Popolo della Famiglia». L'attacco è stato sferrato attraverso Facebook da Francesca Gambarini. La...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal