Sei in Gweb+

MERCATO

Kulusevski è della Juve ma resta a Parma

03 gennaio 2020, 05:03

Kulusevski è della Juve ma resta a Parma

SANDRO PIOVANI

Tutto come previsto: un anno a Parma poi un grande club, era un copione scritto l'estate scorsa quello di Dejan Kulusevski, sino a qualche settimana fa sconosciuto millenial di proprietà dell'Atalanta e in prestito secco, sino al 30 giugno 2020, con il club crociato. Poi l'esplosione, i riflettori di addetti ai lavori e soprattutto dei grandi club e ieri le visite mediche e la firma con la Juventus. E da ieri Kulusevsky è in prestito al Parma sempre sino al 30 giugno non più dall'Atalanta ma dalla Juventus. Ecco il comunicato del Parma: «La società Parma calcio 1913 comunica l'acquisto a titolo temporaneo fino al 30 giugno del giocatore Dejan Kulusevski dalla Juventus. Precedentemente è stata formalizzata la risoluzione consensuale anticipata del prestito del giocatore dall'Atalanta».

QUATTRO ANNI ALLA JUVE
Dal primo luglio 2020 Kulusevski sarà un giocatore della Juventus: per lui quattro anni di contratto, con un ingaggio da 2,5 milioni di euro al primo anno a salire poi per le prossime stagioni. All'Atalanta 35 milioni per il cartellino e 9 di bonus: in tutto 44 milioni nelle casse del club bergamasco. Che aveva «pagato» il cartellino di Kulusevski 100mila euro tre anni fa. Una buona plusvalenza, non c'è che dire.

E IL PARMA?
Al Parma, come previsto, restano le prestazioni di un potenziale «top player» per un anno: D'Aversa da centrocampista lo ha plasmato come esterno d'attacco e, alla bisogna, come centravanti di manovra. Di certo Kulusevki, se confermerà le sue potenzialità, dovrà ringraziare e non poco il tecnico crociato. E forse il non voler passare già da questa finestra di mercato alla Juventus è un modo per far capire a tutti quanto sia importante la tappa di Parma per il giovane svedese. E per tutti si intendono l'allenatore e la società ma anche i tifosi. Che ieri si sono divisi: chi giudicava come inevitabile e figlio del calcio moderno il passaggio di Kulusevski in un top club e chi considerava un tradimento la firma proprio con l'odiata Juventus. Di certo il calcio non ha più bandiere ma per lo meno va apprezzato lo spirito di un ragazzo di 19 anni che sceglie di restare a Parma invece che giocare al fianco di gente come Dybala e Cristiano Ronaldo rischiando di vincere subito trofei importanti.

IL PARMA NON MOLLA
Va detto che anche il Parma non ha tentennato: la Juventus per avere immediatamente Kulusevski aveva offerto Pjaca come contropartita tecnica, offerta rifiutata fermamente dal club crociato. Quindi Kulusevski, come da contratto «estivo», resta a Parma a disposizione di mister D'Aversa.

UNA GIORNATA ALLA JUVE
Alla fine dunque Kulusevski (almeno sino a giugno) è stato bianconero soltanto per un giorno. Ma perché allora tanta pubblicità a questa operazione da parte della Juventus, si chiedono molti tifosi? Difficile interpretare le intenzioni di un club come quello bianconero, si possono fare solo ipotesi: la prima riguarda comunque l'investimento importante (44 milioni appunto) da «mostrare» a tifosi e rivali; la seconda riguarda invece la rivalità tra ds, Paratici da una parte e Marotta (Inter) dall'altra, visto che sino a un paio di giorni fa sembrava che Kulusevki fosse destinato appunto all'Inter. Ipotesi, ma a pensare male....

PARLA L'AGENTE
Intanto ai siti specializzati Stefano Sam, procuratore di Kulusevski, ha confermato che il suo assistito, naturalmente contento per l'evoluzione della sua carriera, in questo momento pensa al Parma. «Dejan è molto contento, lo è anche per come si sta sviluppando la stagione e per quello che sta facendo vedere in campo. Per il momento pensa solo al presente. Infatti non vede l'ora di giocare la partita di lunedì contro l'Atalanta». Perché, diciamolo, anche l'impegno di Bergamo, contro la sua ex squadra, sarà particolare per questo diciannovenne che ha le qualità del campione ma anche una maturità inaspettata per un millenial. E a Parma si potrà affermare di averlo lanciato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SANDRO PIOVANI Tutto come previsto: un anno a Parma poi un grande club, era un copione scritto l'estate scorsa quello di Dejan Kulusevski, sino a qualche settimana fa sconosciuto millenial di proprietà dell'Atalanta e in prestito secco, sino al...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal